Prevenzione degli incendi e tutela delle aree protette: Regione in campo con Arif e Federparchi

Protocollo di intesa a tre per coordinare gli interventi in materia di valorizzazione e lotta al degrado. L'assessore Pisicchio: "Sorveglianza e condivisione delle buone pratiche"

Il parco naturale regionale di Lama Balice

Un protocollo per "sviluppare un sistema coordinato e integrato" per la valorizzazione e la tutela delle aree naturali protette pugliesi, e per porre rimedio alle situazioni di degrado da "contrastare con atti concreti". A spiegare finalità e obiettivi del protocollo d'intesa tra Regione, Arfi e Federparchi, di recente approvato dalla giunta Emiliano, è l'assessore alla Pianificazione Territoriale e al Paesaggio, Alfonso Pisicchio.

Che cosa prevede l'accordo

Con questo protocollo, della durata di due anni e rinnovabile - spiega una nota della Regione - le parti si impegnano, entro il 31 gennaio di ogni anno, a definire uno specifico “Programma di attività annuale”, nel quale sono definite le modalità di esecuzione, la tempistica, i referenti, gli obblighi e le responsabilità anche in materia di prevenzione e sicurezza. Diversi gli obiettivi: progettazione e realizzazione di interventi nelle aree naturali protette regionali; campagne di monitoraggio dell’efficacia delle azioni svolte e/o in previsione di azioni future; elaborazioni di informazioni, sia tecniche che amministrative, anche a uso divulgativo; eventi per la divulgazione delle iniziative intraprese. Il monitoraggio e l’efficacia dei risultati conseguiti saranno poi affidati alla costituzione di un apposito “Tavolo di Coordinamento”.

"Priorità la lotta agli incendi"

“Particolare attenzione – spiega l’assessore Pisicchio – sarà data soprattutto alla prevenzione e lotta agli incendi, eventi che deturpano e compromettono le nostre aree naturali. Per questo diventerà essenziale e prezioso il supporto del personale Arif in diverse attività come sorveglianza, manutenzione forestale rinaturalizzazione di aree degradate e spazi verdi con finalità sociale, estetico-paesaggistica e ambientale. Allo stesso tempo sarà importante anche il ruolo di Federparchi nell’attivazione di tutte quelle buone pratiche, come campagne di sensibilizzazione e attività divulgative, rivolte ai visitatori delle aree naturali per educare alla prevenzione degli incendi boschivi e alla tutela della biodiversità”. “Nella convinzione – conclude Pisicchio – che questo protocollo diventerà un efficace strumento di monitoraggio e di conoscenza anche grazie allo scambio costante di dati e informazioni che saranno pubblicati in apposite banche digitali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento