menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una task force Puglia-Russia per l'oncologia: Regione verso l'intesa con l'istituto di ricerca Sechenov

L'annuncio durante il viaggio a Mosca di una delegazione pugliese guidata dal governatore Emiliano: la Sechenov University è la prima Università di Medicina della Federazione Russa. La collaborazione riguarderà "i percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali"

Non soltanto scambi culturali o 'gemellaggi' religiosi. La nuova 'frontiera' della collaborazione tra Puglia e Russia è la sanità. La Regione, infatti, ha annunciato oggi di essere in procinto di siglare un'intesa con il prestigioso istituto di ricerca medica Sechenov di Mosca, per dar vita a una task force di specialisti pugliesi e russi in ambito oncologico, ed in particolare nei campi delle malattie di pancreas, prostata, utero. 

La Sechenov University è la prima Università di Medicina della Federazione Russa e la collaborazione - è spiegato in una nota della Regione - tra il centro di eccellenza russo e la rete oncologica pugliese riguarderà i percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali.

Oggi a Mosca, nella sede in Bol’shaya Pirogovskaya Ulitsa, il presidente della Regione Puglia - insieme ai coordinatori della Rete oncologica pugliese, Gianmarco Surico, e di Taranto, Salvatore Pisconti - ha incontrato Marina Sekacheva, Vice Rector for Research Work dell’Istituto Sechenov.

Nel corso della visita - annuncia la Regione - si è deciso di creare una task force di medici russi e pugliesi specialisti in queste patologie tra oncologi, chirurghi, radioterapisti, specialistici per la diagnostica radiologica e nucleare, specialisti per la diagnosi molecolare e anatomopatologica: questo gruppo di lavoro dovrà definire un protocollo di intesa creando un ponte per la ricerca tra i centri pugliesi e le strutture moscovite. Sarà approfondito anche il tema  dell’oncoematologia pediatrica e tutto quello che riguarda il trapianto di midollo osseo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento