Salute

Il tampone per chi torna in Puglia? Direttamente in auto: nel Barese cinque 'Drive in clinics'

Lo dispone l'Asl, che ha anche attivato anche un ambulatorio Covid free nell'ex cto di Bari. I tamponi per chi proviene da fuori regione saranno comunque su base volontaria

Un ambulatorio Covid free e cinque postazioni di 'Drive in clinics' nel Barese: così l'Asl Bari si prepara ad affrontare gli arrivi dei turisti da fuori regione per evitare nuovi focolai Covid in Puglia. Il nuovo laboratorio avrà sede nell'ex Cto, mentre le cinque postazioni (a Bari, Noicattaro, Altamura, Giovinazzo e Alberobello) permetteranno di effettuare il tampone direttamente in auto ai turisti e i pugliesi che rientrano. Come richiesto dalla task force della Regione Puglia, i soggetti che arrivano, o rientrano, in regione provenienti da zone particolarmente a rischio epidemiologico - al momento individuate in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna o dall'estero - sono invitati ad auto segnalarsi alle Asl e a sottoporsi al tampone, sempre su base volontaria.

I dati sui rientri

Dal 3 giugno sono oltre 215mila le persone arrivate in Puglia: "Il monitoraggio epidemiologico sul territorio ha una importanza strategica in questa fase della pandemia - dichiara il direttore generale della Asl, Antonio Sanguedolce - ed è un obiettivo che il dipartimento di Prevenzione sta perseguendo attraverso una organizzazione puntuale e capillare di servizi e risorse". "La concentrazione recente di alcuni casi positivi al Covid registrati in Puglia in soggetti provenienti da Bulgaria, Albania e Perù ha determinato l'opportunità di sollecitare l'auto segnalazione - spiega il direttore del dipartimento di Prevenzione della Asl, Domenico Lagravinese- che ci permette, una volta raccolti i dati dell'utente, di prenotare ed eseguire su base volontaria il tampone oro faringeo".
  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tampone per chi torna in Puglia? Direttamente in auto: nel Barese cinque 'Drive in clinics'

BariToday è in caricamento