Innovativa terapia genetica su una bambina barese di 8 anni: la piccola Alessia recupera la vista

La piccola è stata assistita dall'equipe della Clinica Oculistica dell'Università degli Studi della Campania 'Luigi Vanvitelli', di Napoli, diretta dalla dottoressa Francesca Simonelli

E' stata eseguita con successo, su una bambina di 8 anni originaria di Corato (Bari) una innovativa terapia che consente di recuperare la vista per i piccolo affetti da una forma rara di distrofgia retinica ereditaria, malattia che gradualmente porta alla cecità. Alessia, assieme a un altro bambino di 9 anni di Grottaglie, è stata assistita dall'equipe della Clinica Oculistica dell'Università degli Studi della Campania 'Luigi Vanvitelli', di Napoli, diretta dalla dottoressa Francesca Simonelli.

Il trattamento ha visto l'iniezione nell'occhio di un farmaco con una copia sana del gene Rp365, le cui mutazioni sono responsabili della malattia: Alessia ha eseguito con successo l'intervento a uno dei due occhi e si appresta a compierlo anche sull'altro. I risultati, spiegano gli esperti, consistono in un netto miglioramento fin dai primi giorni dopo l'operazione, consentendo di riprendere completamente la vista e tutte le attività possibili, soprattutto per un bambino, ovvero, giocare, correre e muoversi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento