menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, in Puglia calano i ricoveri sotto la soglia del 40%. Regione in attesa dei nuovi vaccini: utilizzato il 95% delle dosi

I dati del rapporto Agenas certificano dopo due mesi il risultato positivo, anche nei reparti di Medicina Covid. In serata si attendono nuove dosi di Pfizer

Continuano a calare in Puglia i pazienti Covid ricoverati, con 1916 attualmente presenti nei reparti. Si abbassa così la pressione negli ospedali - per diverse settimane il livello si è mantenuto sopra i 2100 ricoverati - nonostante il livello sia ancora alto. A certificare il calo è anche l'Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari, nel suo rapporto: per la prima volta dopo due mesi, il tasso di occupazione dei posti letto Covid nelle terapie intensive è sceso sotto la soglia del 40% e, infatti, in questo momento è al 39%, 10 punti in meno rispetto al picco del 49% toccato domenica 18 aprile. In calo il tasso di occupazione anche nei reparti di Medicina Covid (malattie infettive e pneumologia) ma la discesa è più lenta: attualmente è pari al 46%, contro il picco del 51% di sabato 17 aprile. Quindi, parallelamente alla riduzione dei contagi inizia anche la fase di "discesa" negli ospedali.

La situazione vaccini

Positivi anche i dati sulle vaccinazioni Covid, con la Puglia che ha al momento utilizzato il 95 per cento delle dosi consegnate. Di contro, però, si assottigliano le scorte nei magazzini regionali, anche se è prevista entro stasera la consegna di 152mila vaccini Pfizer. Secondo i dati ministeriali, la Puglia ha superato il tetto dell'1,2 milioni di dosi inoculate, per la precisione sono 1.214.750. La Puglia è terza per numero di vaccini somministrati dopo Umbria e Marche. Ma risultano essere rimaste solo 8.208 dosi Astrazeneca, 18.108 Pfizer, 7.274 Johnson & Johnson, e 30.845 Moderna. 

Nel Barese Sono 46.471 le vaccinazioni eseguite finora dai medici di Medicina generale che continuano a contribuire in maniera efficace e puntuale all’avanzamento della campagna vaccinale della Asl di Bari. I medici di assistenza primaria proseguono anche oggi le somministrazioni in favore di soggetti fragili a domicilio, nel proprio studio o nelle sedi messe a disposizione dall’azienda sanitaria. Il NOA Covid-Vacc ha già predisposto una ulteriore distribuzione di vaccini di intesa con i distretti socio sanitari per i medici di Medicina generale riceveranno circa 21mila dosi, di cui 9mila per le seconde dosi e 12mila per eseguire prime vaccinazioni dei loro assistiti. Intanto continua senza sosta anche l’attività vaccinale negli hub della ASL riservata ai soggetti della fascia di età 79-70 anni che hanno aderito tramite portale regionale, e farmacie. Nelle ultime 24 ore sono state somministrate 6.862 dosi, di cui 4.682 prime dosi e 2.180 seconde. Dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi sono state inoculate nei centri vaccinali della ASL, fra hub, punti territoriali, Rsa, comunità, carceri e caserme 339.424 dosi, di cui 255.704 prime dosi e 83.720 seconde.

Al Policlinico prosegue invece la campagna vaccinale dedicata ai soggetti fragili in cura al Policlinico di Bari. Nella giornata di oggi sono stati vaccinati con la prima dose circa 250 diabetici mentre hanno ricevuto la somministrazione della seconda dose circa 200 pazienti trapiantati e oncologici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento