menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isolamento acustico, luci led e colorazione terapeutica: presentata la 'stanza modello' del futuro padiglione Asclepios 3

In mattinata è stata presentata la 'camera campione' delle 57 che saranno realizzate nell'edificio attualmente in costruzione all'interno del Policlinico di Bari. In totale sono previsti quasi 200 posti letto

Per il momento ne è stata realizzata una sola, ma già si possono percepire tutti i comfort che garantirà al paziente. Si tratta della 'Camera campione' delle stanze di degenza che saranno attive nel padiglione 'Asclepios 3', attualmente in realizzazione all'interno del Policlinico di Bari. In mattinata ha visitato il cantiere il governatore Michele Emiliano, accompagnato dal direttore generale del Policlinico, Giovanni Migliore, dal rettore dell'Università degli studi di Bari, Stefano Bronzini, dal team dei progettisti e direzione lavori della società Steam Srl e Pinearq e dai rappresentanti dell’impresa appaltatrice Cobar.

Il nuovo padiglione in costruzione

Al termine dei lavori nell'edificio, che conta 27mila metri quadri di spazi, troveranno posto 40 posti letto di terapia intensiva e semi intensiva e 155 posti letto di degenza ordinaria, suddivisi in 57 stanze doppie con una superficie netta di circa 19 metri quadri. Previste inoltre 24 degenze singole (all’occorrenza adattabili a due posti letto), sette stanze per pazienti diversamente abili e 10 degenze per gli isolati con possibilità di accogliere sia degenti immunodepressi o pazienti infettivi.

I lavori, ripartiti dopo il lockdown Covid il 24 aprile scorso, vedranno la nascita all'interno del padiglione, del complesso chirurgico e dell'emergenza dei dipartimenti ad attività integrata, che conta al suo interno i reparti di Cardiologia ospedaliera, Cardiologia universitaria, Malattie apparato respiratorio universitaria, Malattie apparato respiratorio ospedaliera 'De Ceglie', Cardiochirurgia universitaria, Chirurgia toracica universitaria, Chirurgia vascolare universitaria. Nel padiglione sono previsti ambulatori, sale operatorie e aule destinate all'attività didattica universitarie e degli specializzandi. Al piano terra veranno invece realizzate reception, spazi di attesa e caffetteria. 
La progettazione dell’intero padiglione è stata effettuata seguendo i canoni  dell’ospedale modello, con particolare attenzione agli aspetti di umanizzazione, socialità, interattività, appropriatezza, affidabilità e innovazione.

Le stanze per i degenti

La visita odierna ha permesso di mostrare in anteprima cosa ci sarà nelle singole stanze: i pazienti potranno dormire nel pieno isolamento acustico e avranno a disposizione illuminazione a led, colorazione terapeutica, collegamento tv e finestra con vista. Le stanze di degenza saranno al terzo e al quinto piano del padiglione.

I progettisti hanno così pensato all'utilizzo del colore per le finiture verticali e orizzontali come stimolo terapeutico per il degente, a un design che punta all'umanizzazione della degenza (ad esempio la boiserie di colore bianco sulle pareti o gli armadi a muro), ad ottimizzare il comfort acustico per garantire maggior privacy ai pazienti e a posizionare i letti così da garantire un'adeguata vista verso l'esterno.

L’accesso alle camere è stato pensato con delle nicchie di ingresso per permettere una migliore movimentazione dei letti e mantenere la privacy del paziente rispetto al corridoio. Nelle stanze è inoltre previstoun bagno privato, un impianto IP-TV per ogni posto letto che dispone anche del collegamento degli auricolari. Anche l'illuminazione è pensata in funzione del degente: è stata realizzata una trave testaletto con illuminazione a led per ogni posto letto ed è presente un pannello per gestire gli impianti di illuminazione, oscuramento e di climatizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento