Martedì, 18 Maggio 2021
Salute

Chirurgia mininvasiva per i tumori al retto: raro intervento con tecniche all'avanguardia al 'Miulli'

L'intervento è stato eseguito su un paziente di sesso maschile: la massa tumorale è stata asportata senza la necessità di alcuna incisione cutanea

L'equipe diretta dal professor Alessandro Verbo

Una nuova tecnica mininvasiva per il trattamento dei tumori al retto basso, consentendo tempi di recupero ridotti attraverso un taglio meno ampio: è quanto utilizzato nell'ospedale 'Miulli' di Acquaviva delle Fonti dove viene applicata la TaTme (Transanal Total Mesorectal Excision), per il trattamento dei tumori del retto basso. Il primo caso ha visto impegnata con successo l'UOC di Chirurgia Generale I diretta dal professor Alessandro Verbo. Si tratta di una metodologia utilizzata in pochi centri nazionali e internazionali ad alta specializzazione.

L'intervento è stato eseguito su un paziente di sesso maschile dall'equipe formata, tra gli altri, dal direttore dell'Uoc, Giovanni Di Palma e dalla dottoressa Valentina Ferraro. Cinque ore di operazione nelle quali è stato asportato il tumore senza la necessità di alcuna incisione cutanea e confezionamento finale di una anastomosi colo-anale. Il paziente è stato dimesso in 5 giornate post-operatorie ed è in buone condizioni. Un approccio, spiegano dall'ospedale barese, che ha "portato il Miulli a risultati oncologicamente sovrapponibili ai centri cosiddetti di "eccellenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chirurgia mininvasiva per i tumori al retto: raro intervento con tecniche all'avanguardia al 'Miulli'

BariToday è in caricamento