rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Salute Capurso

Vaccini, gli hub nel Barese utilizzati non solo per campagne contro il Covid: "Dosi contro il papilloma virus riservate agli studenti"

Le prime sedute si sono tenute nella mattinata nell’hub di Capurso Pala Padovano per gli studenti e le studentesse della scuola 'San Giovanni Bosco-Venist'. Per i vaccini Covid, il 'booster' è stato somministrato all'87,4% degli over 12 che hanno ultimato il ciclo primario almeno quattro mesi fa

Gli hub della campagna vaccinale Covid si trasformano in centri vaccinali estesi, aperti alla popolazione e pronti a lanciare iniziative di prevenzione mirate per i giovani. Ad annunciarlo è l'Asl di Bari: la prima riguarda la somministrazione di vaccini contro l’infezione da papilloma virus (o HPV), riservata a ragazzi e ragazze nati nel 2010, secondo una programmazione “scuola per scuola” messa a punto in accordo con gli istituti scolastici del territorio. Le prime sedute sono in programma stamane nell’hub di Capurso Pala Padovano per gli studenti e le studentesse della scuola “San Giovanni Bosco-Venisti”, mentre il 22 e il 23 febbraio le vaccinazioni contro l’HPV si terranno all’interno dell’hub Fiera del Levante a Bari.

Sul fronte della campagna vaccinale, invece, nel Barese ammontano a 2.284 le somministrazioni anti-Covid eseguite ieri, circa 14.900 quelle erogate da inizio settimana.  La copertura con dose “booster” si attesta sull’87,4% per tutti gli over 12 che hanno ultimato il ciclo primario almeno quattro mesi fa e sale sino al 94,7% tra gli over 50. Bene anche la fascia sotto i 50 anni, dove si sfiora l’80% di copertura vaccinale con terza dose. Nella fascia pediatrica, 5-11 anni, sono state superate abbondantemente le 76mila dosi complessive. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, gli hub nel Barese utilizzati non solo per campagne contro il Covid: "Dosi contro il papilloma virus riservate agli studenti"

BariToday è in caricamento