Domenica, 13 Giugno 2021
Salute

Noci potenzia il locale Presidio di Assistenza: un intero piano dedicato alla Medicina del territorio

Undici studi medici, un’infermeria, servizi di segreteria, spogliatoi e poi una grande sala d’attesa riservata agli assistiti occuperanno il piano seminterrato del Pta “A. M. Sgobba”. I lavori di riqualificazione e adeguamento partiranno entro pochi mesi, non appena si sarà concluso l’iter progettuale e quindi la procedura di gara

Un intero piano del Presidio Territoriale di Assistenza di Noci sarà a disposizione della Medicina territoriale.  I dettagli sono stati formalizzati stamane nella Direzione Generale della Asl Bari, durante un incontro tra il Direttore generale Antonio Sanguedolce, il Sindaco di Noci Domenico Nisi, Il vice Capo di Gabinetto della Presidenza regionale Domenico De Santis e il Direttore dell’Area Tecnica Asl, Nicola Sansolini.

Undici studi medici, un’infermeria, servizi di segreteria, spogliatoi e poi una grande sala d’attesa riservata agli assistiti occuperanno il piano seminterrato del Pta “A. M. Sgobba”. I lavori di riqualificazione e adeguamento partiranno entro pochi mesi, non appena si sarà concluso l’iter progettuale e quindi la procedura di gara.

"Questo progetto – ha spiegato il Direttore generale Antonio Sanguedolce – costituisce il fulcro di una “rete orizzontale” tra medici del territorio, che così saranno in grado di garantire ai propri assistiti una migliore erogazione dei livelli essenziali di assistenza (Lea), sviluppare la medicina d’iniziativa per promuovere corretti stili di vita, valutare i bisogni della popolazione assistita e promuovere l’equità nell’accesso ai servizi sanitari, socio-sanitari e sociali nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza. L’aggregazione tra medici rappresenterà, inoltre, il nodo centrale per garantire la continuità assistenziale ospedale-territorio, che è uno dei cardini del modello di organizzazione sanitaria previsto dalla Regione per valorizzare la funzione dei Pta: una visione di ampio respiro che stiamo sviluppando a Noci come in diversi altri Comuni per realizzare una vera sanità di prossimità, vicina alle esigenze dei cittadini».

Per il sindaco Domenico Nisi "con la firma apposta oggi sul progetto si  mette un punto fermo importante sulla costituzione e l’avvio del Cpt (Centro polifunzionale territoriale, ndr) di Noci. Ringraziamenti sentiti e non formali per il direttore generale Sanguedolce e l’ingegner Sansolini, e in modo particolare, per la collaborazione istituzionale assicurata, a Domenico De Santis e all’onorevole Ubaldo Pagano, che hanno seguito molto da vicino l’intera vicenda. Finalmente – aggiunge – centriamo un altro obiettivo perseguito dalla mia Amministrazione e mettiamo a frutto, insieme alla Regione alla ASL, un progetto che consegna a Noci un punto di assistenza sanitaria all’altezza delle aspettative dei cittadini".

Nel PTA di Noci attualmente sono operativi diversi ambulatori, con 205 ore di specialistica ambulatoriale erogate, in particolare Cardiologia, Dermatologia, Endocrinologia, Fisiokinesiterapia, Geriatria, Neurologia, Oculistica, Ortopedia, Ostetricia e Ginecologia, Urologia e Otorinolaringoiatria. Rilevanti, inoltre, le attività degli ambulatori di Fisiatria, Dietologia e Cefalea, nonché del Servizio di Riabilitazione territoriale e della Neuropsichiatra infantile che erogano prestazioni ambulatoriali e domiciliari. Per la Pneumologia è prevista l’attivazione di 12 ore distribuite tra gli ambulatori distrettuali, compreso il PTA.

La struttura territoriale dispone di alcuni servizi già attivi: CUP, Cure domiciliari, Continuità assistenziale, Centro prelievi, Postazione 118, Centro vaccinale, Centro riabilitazione ambulatoriale, Trattamenti domiciliari, Consultorio familiare, oltre ai servizi amministratici, come scelta e revoca medico, esenzioni ticket e Ufficio anagrafe assistibili.

Vi è poi un “pacchetto” di nuovi servizi da avviare nei prossimi mesi. Si tratta, in dettaglio, di attivare la Diagnostica per immagini, dotandola di 2 ecotomografi multidisciplinari color-doppler con sonde varie, Day service medico, Ambulatorio per le cronicità e Ambulatorio infermieristico.  In programma anche l’attivazione dei servizi al cittadino in materia di Accesso Unico alle Cure (PUA, Urp, Sportelli per il cittadino, Presa in carico e gestione  delle dimissioni protette  e Raccordo con U.V.M. distrettuale).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noci potenzia il locale Presidio di Assistenza: un intero piano dedicato alla Medicina del territorio

BariToday è in caricamento