menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazioni delicate per le fratture del collo del femore, l'ospedale 'Di Venere' nella top 3 italiana

A rivelarlo è l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.Na.S.) nell’annuale report contenuto nel Programma Nazionale Esiti (Pne), attività istituzionale del Servizio Sanitario Nazionale. L'ospedale barese in vetta con 'Galeazzi' di Milano e 'Gemelli' di roma

Con il 96,35% di esecuzioni positivi entro due giorni l'ospedale Di Venere di Bari-Carbonara è tra i migliori 3 centri d'Italia per la rapidità, qualità e l'efficacia degli interventi chirurgici per frattura del collo del femore. A rivelarlo è l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Age.Na.S.) nell’annuale report contenuto nel Programma Nazionale Esiti (Pne),  ttività istituzionale del Servizio Sanitario Nazionale che Agenas svolge per conto del Ministero della Salute, in collaborazione con le Regioni, sulle prestazioni erogate dalle strutture ospedaliere pubbliche e private.

Nell’edizione 2019, pubblicata pochi giorni fa, sono state analizzate le performance (su dati 2018) di oltre 640 strutture sanitarie italiane. Il “Di Venere”, con i 147 interventi al femore eseguiti, rientra tra le prime realtà del settore. In vetta, infatti, ci sono altri ospedali pugliesi e strutture specializzate come l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano o di riconosciuto valore come il Policlinico universitario “Gemelli” di Roma.

Dietro al risultato dell’ospedale barese, c’è un impegno che va avanti dal 2014, con percentuali di operazioni al femore entro i due giorni cresciute oltre l’80 e 90 per cento e attestate costantemente nell’ultimo triennio al di sopra del 95. Un tragitto lungo e complesso che il dottor Enzo Caiaffa, direttore dell’unità di Ortopedia e Traumatologia del “Di Venere”, ha percorso per intero. «Per raggiungere questi obiettivi – spiega Caiaffa - serve il convolgimento di tutto l’ospedale, per questo Agenas è così attenta al parametro dell’intervento al femore. Un impegno da 1500 interventi chirurgici l'anno e 4mila prestazioni ambulatoriali per il reparto 'Ortopedia e Traumatologia'. Tra questi anche 300 operazioni in day service,dalle 8 alle 14, nel presidio di Triggiano, riguardanti anche tunnel carpale, alluce valgo e lesioni meniscali al ginocchio. Al fianco del dr. Caiaffa opera un’équipe di 10 specialisti, 20 infermieri e 7 operatori socio-sanitari, tutto intorno un reparto moderno, spazioso ed efficiente con 18 posti letto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento