Nel Barese il primo centro pubblico di riabilitazione per i disturbi dell'equilibrio: nascerà al 'Perinei' di Altamura

Il presidio sarà ospitato nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale della Murgia. Ad oggi, tali disturbi colpiscono circa il 30% di persone oltre i 65 anni di età, aumentando il rischio di cadute multiple

Un presidio per diagnosticare e curare i disturbi dell'equilibrio. Nascerà all'ospedale 'Perinei' di Altamura il primo centro di riabilitazione dove sarà possibile trattare disturbi come le vertigini o la ‘dizziness’. L'avvio del progetto sanitario, unico in Italia, è stato confermato da Michele Raguso, responsabile dell’Unità operativa di Otorinolaringoiatria dell'ospedale e direttore scientifico del convegno Otomurgia, che si è tenuto nella giornata del 30 novembre.

“L’ultimo step per l’avvio del centro – spiega Raguso – che sarà ospitato nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale della Murgia, è l’assunzione di almeno due audioprotesisti. Abbiamo già a disposizione tutta l’attrezzatura; la sanità pubblica barese offrirà così un servizio che attualmente è esclusivo appannaggio degli studi privati”. “Ad oggi sono la terza causa più comune delle visite mediche – conclude il primario – che nel 30% dei casi colpisce persone oltre i 65 anni di età, con un accentuato rischio di cadute multiple”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il convegno Otomurgia, nato quattro anni fa con l'obiettivo di mettere a confronto e aggiornare medici del territorio e medici specialisti in varie branche sulle problematiche relative alla sfera dell'otorinolaringoiatria, è stato anche l'occasione per fare il punto sull’uso di sistemi robot all’avanguardia durante gli interventi chirurgici nell’area testa-collo. Come il ‘Flex Robotic System’, utilizzato per la prima volta in Italia, a partire dal 2018, dall’ospedale ‘Mons. Dimiccoli’ di Barletta, nel reparto di Otorinolaringoiatria guidato dal dott. Michele Barbara. Tra gli altri dati emersi, l'elevato numero di pazienti con tumori nell’area testa-collo operati all’ospedale Di Venere di Bari, dove se ne registra il maggior numero di casi in Puglia. A confermarlo è il direttore dell’Unità operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale, Domenico Petrone: “I pazienti sottoposti a laringectomia totale sono circa 50 all’anno, ma è significativo anche il numero delle laringectomie parziali, che raggiungono i 60 casi all’anno. Patologie spesso invalidanti, ma le operazioni con l’ausilio del laser permettono di non dare particolari problemi vocali ai pazienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento