menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione amplia la rete delle strutture per i tamponi Covid: potranno aderire anche i laboratori generali di base

Approvata dalla giunta una delibera che allarga la platea di coloro che possono entrare a fare parte della rete regionale dei laboratori per l'esecuzione dei test Sars-CoV-2

La Regione mira ad ampliare la rete pugliese dei laboratori SARS-CoV-2 per l’esecuzione dei tamponi per il Covid-19, estendendo la platea di coloro che possono procedere alla prescrizione ed esecuzione dei test.

Oggi infatti la Giunta regionale ha approvato una modifica alla delibera 1181/2020 "che dà la possibilità - si legge in una nota - di iscrizione all’elenco delle strutture autorizzate all’esecuzione dei test molecolari SARS-CoV-2  anche per i laboratori generali di base autorizzati all’esercizio, che ne facciano richiesta. Così come anche per i medici competenti delle strutture ed enti pubblici non sanitari (es. Enti Locali, municipalizzate, etc..) e delle aziende private (comprese le strutture private accreditate del Servizio Sanitario Regionale) nonché i medici e gli ufficiali sanitari delle forze dell’ordine e delle forze armate". "Nelle more dell’espletamento della procedura è possibile ammettere alla rete regionale SARS-CoV-2 i laboratori generali di base autorizzati all’esercizio, autorizzandoli all’esecuzione dei test molecolari per motivi diversi da quelli connessi alle attività di sorveglianza e di sanità pubblica, senza oneri a carico del S.SN e S.S.R.".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento