rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Salute Picone / Piazza Giulio Cesare

Trapianto di cuore, 20 anni fa la prima operazione al Policlinico: "Oggi ancora pochi i consensi alla donazione"

Sono stati nove i trapianti cardiaci eseguiti all'interno dell'ospedale del capoluogo, che in un post sui social ha ricordato il primo intervento eseguito nel 2002

Nel 2021 sono stati 9 i trapianti di cuore eseguiti al Policlinico, con una importante ripresa rispetto agli anni precedenti, ma sono ancora pochi i consensi alla donazione espressi in vita o dai familiari in Puglia. L'appello arriva dal Policlinico di Bari, con un post lanciato sui social in occasione del ventesimo anniversario della prima operazione di trapianto cardiaco effettuata nel presidio ospedaliero, eseguita il 2 febbraio del 2002. E lo fa con una foto dell'operazione, in cui si vede all'opera il chirurgo Luigi De Luca Tupputi, allora direttore dell’Unità Operativa di cardiochirurgia universitaria. Oggi l’approccio al trapianto è stato rivoluzionato, spiegano dal Policlinico, sia nelle tecniche di trapianto sia nelle terapie farmacologiche successive. 

"Prima i pazienti venivano lasciati in isolamento per diverse settimane, oggi la qualità di vita nel decorso post operatorio è radicalmente cambiata - la testimonianza del primario di Cardiochirurgia e responsabile del programma Trapianti cuore del Policlinico, Aldo Milano - E possiamo anche aiutare i pazienti con scompenso cardiaco refrattari alla terapia medica attraverso l’impianto Vad, il cosiddetto "cuore artificiale", un sistema di assistenza meccanica che aiuta il cuore nella sua attività e ci permette di tenere pazienti in equilibrio clinico in attesa che arrivi un cuore compatibile”, spiega il prof. Aldo Milano che dal 2018 dirige la cardiochirurgia ed è responsabile del programma trapianti cuore".

"Negli ultimi anni si sono fatti importanti passi avanti ma possiamo fare molto di più. Il cuore è tra gli organi trapiantabili quello più sensibile, è necessaria una selezione molto mirata. Per questo occorre continuare a sensibilizzare i cittadini pugliesi perché esprimano il consenso perché la donazione permette di salvare altre vite" conclude il prof. Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapianto di cuore, 20 anni fa la prima operazione al Policlinico: "Oggi ancora pochi i consensi alla donazione"

BariToday è in caricamento