menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finalmente il vaccino: odontoiatri e medici liberi professionisti pugliesi tirano un sospiro di sollievo

Lopalco ha spiegato che sarà utilizzato il vaccino Moderna, di cui in Puglia dovrebbero arrivare 4.300 dosi nella prossima settimana e 8.700 in quella successiva, che serviranno a somministrare il vaccino al personale sanitario non ancora vaccinato

L’assessore alla Salute Pier Luigi Lopalco ha assicurato che entro il 15 febbraio la Regione conta di vaccinare tutti gli odontoiatri e medici liberi professionisti. È quanto è emerso questa mattina durante un incontro online tra l'epidemiologo e i presidenti degli ordini dei medici pugliesi.

Lopalco ha spiegato che sarà utilizzato il vaccino Moderna, di cui in Puglia dovrebbero arrivare 4.300 dosi nella prossima settimana e 8.700 in quella successiva, che serviranno a somministrare il vaccino al personale sanitario non ancora vaccinato. 

Inoltre, nelle prossime settimane arriveranno nella nostra Regione anche le prime dosi del vaccino AstraZeneca, che offre condizioni logistiche e organizzative più semplici, dato che può essere conservato a temperature standard di refrigerazione (+2/+4 gradi).

Si devono comunque attendere le decisioni dell'Aifa per comprendere le indicazioni per l'utilizzo di questo vaccino, che mostra un’efficacia inferiore rispetto a quello Pfizer e Moderna.

Erano presenti all’incontro Filippo Anelli, presidente Omceo Bari, il vice Franco Lavalle, Benedetto Delvecchio, presidente Omceo Bat, Arturo Oliva, presidente Omceo Brindisi, Pierluigi De Paolis, neoeletto presidente Omceo Foggia, Donato De Giorgi, presidente Omceo Lecce e Mimmo Nume, presidente Omceo Taranto.

I presidenti degli Omceo pugliesi hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto dall’Assessore Lopalco e per il suo impegno finalizzato a garantire la vaccinazione a tutti i soggetti che rientrano tra le priorità del piano vaccinale.

Hanno preso atto delle difficoltà di approvvigionamento dei vaccini e della necessità di recuperare il tempo perduto non appena la fornitura riprenderà a pieno ritmo e secondo i piani previsti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento