Martedì, 15 Giugno 2021
Salute

Vaccini, focus sui pazienti fragili nel Barese: in 127mila hanno ricevuto la dose. Oltre 14mila adesioni per la fascia 48-51

La campagna vaccinale attualmente ha raggiunto almeno con una dose il 35 per cento della popolazione residente nel Barese, in particolare le categorie prioritarie: ultraottantenni (89%), over 70 (87%), over 60 (75%) e cinquantenni (30%). Sono 1.883.294 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia

Focus sui pazienti fragili per la campagna vaccinale nel Barese: ad oggi la Asl di Bari ha assicurato la vaccinazione a 127.318 soggetti vulnerabili per patologia, ma, come ricorda il direttore generale Antonio Sanguedolce, si sta procedendo a richiamare tutti gli appartenenti alla categoria che ancora devono ricevere la dose. "Abbiamo fornito gli elenchi ai medici di Medicina generale per verificare ogni singolo caso e chiamare ogni singolo paziente con l’obiettivo di completare nei prossimi giorni la categoria. Tenendo presente – aggiunge Sanguedolce - che in ogni hub e/o centro vaccinale aziendale i fragili continuano ad avere la priorità assoluta per la vaccinazione".

Importante continua ad essere il contributo offerto dai medici dell’assistenza primaria, che hanno effettuato 119.369 vaccinazioni, in studio medico, a domicilio oppure in sede ASL, in favore di soggetti fragili, vulnerabili per patologia ed età, nonchè caregiver e familiari conviventi. Nella giornata di domenica, nei centri della ASL di Bari, sono state eseguite 5.429 vaccinazioni. In dettaglio si tratta di 4.346 prime dosi e 1.083 seconde, comprese 1.266 somministrazioni (332 prime, 934 seconde) a cura dei medici di medicina generale. 

La campagna vaccinale attualmente ha raggiunto almeno con una dose il 35 per cento della popolazione residente nel Barese, in particolare le categorie prioritarie: ultraottantenni (89%), over 70 (87%), over 60 (75%) e cinquantenni (30%).

Anche al Policlinico continuano le somministrazione: dal 10 al 15 maggio sono stati 3.927 i pazienti fragili che hanno ricevuto il vaccino negli ambulatori ospedalieri. A ricevere la seconda dose sono stati pazienti diabetici, reumatologici, ematologici, con asma grave e in terapia con farmaci biologici, Hiv positivi. Hanno avuto la prima dose di vaccino, invece, i pazienti oncologici di nuova diagnosi. Nella giornata di oggi sono state effettuate circa 850 somministrazioni. Tra i soggetti fragili sono stati vaccinati con la prima dose i pazienti con epatiti virali mentre a ricevere la seconda somministrazione sono stati i pazienti neurologici, diabetici, emofilici e talassemici. Sono partiti oggi pomeriggio i richiami con la seconda dose di Astrazeneca per il personale universitario.

Il report regionale 

Sono 1.883.294 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.30 dal report del Governo nazionale: 1.985.624 le dosi consegnate dal Commissario nazionale per una percentuale del 94,8%). Da oggi alle 14.00 la campagna vaccinale si è allargata ulteriormente, coinvolgendo i cittadini della fascia d’età 40-49 anni con l’avvio delle prenotazioni per i nati tra il 1970 e il 1973. Per le classi di età aperte oggi hanno prenotato finora in 14.324.

Progressivamente saranno chiamate a prenotarsi le classi di età più giovani, sempre tramite i canali web lapugliativaccina.regione.puglia.it, il numero verde 800713931 e le farmacie del servizio FarmaCUP. Sono partite le attività delle ASL di ricerca attiva della quota residua di cittadini che per età o fragilità sono estremamente vulnerabili al fine di completare la fascia delle persone più fragili.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, focus sui pazienti fragili nel Barese: in 127mila hanno ricevuto la dose. Oltre 14mila adesioni per la fascia 48-51

BariToday è in caricamento