Salute

Vaccini 78enni e 79enni, oltre la metà degli aventi diritto ha aderito. Pediatri e odontoiatri in campo per le somministrazioni

Sono i dati della Regione Puglia a 24 ore dall'apertura delle prenotazioni per le somministrazioni ai primi under 80. Confermato anche l'aiuto dei pediatri e degli odontoiatri dopo un incontro con Montanaro

A poco più di 24 ore dall'avvio, sono 31.423 i pugliesi 79enni e 78enni che hanno aderito alla campagna vaccinale per il Covid. Oltre la metà degli aventi diritto delle classi 1942 e 1943 - le prime degli under 80 che saranno vaccinate - ha così conosciuto data, ora e luogo in cui riceveranno la dose del vaccino Covid, come confermato dalla Regione, attraverso il sito web apposito, il numero verde e il servizio Farmacup nelle farmacie abilitate. La platea totale è di 61.241 persone, quindi al momento si tratta del 51,13% degli aventi diritto, con dati in continuo aggiornamento.

Vaccinazioni Covid: i dati odierni nel Barese

L'incontro con pediatri e odontoiatri

“Oggi abbiamo incontrato le organizzazioni rappresentative dei pediatri di libera scelta, degli specialisti ambulatoriali interni e degli odontoiatri. Obiettivo dell’incontro - spiega Vito Montanaro, direttore del Dipartimento regionale Politiche per la Salute - era dare attuazione anche in Puglia ai protocolli sottoscritti dal Ministero con le stesse organizzazioni a livello nazionale il 16 marzo 2021, per coinvolgere queste figure professionali nel piano nazionale vaccini". Le organizzazioni hanno dato la loro disponibilità ad affiancare la Regione, come spiegano in una nota, nell’attuazione del piano vaccinale offrendo la possibilità di effettuare i vaccini negli studi convenzionati, ovvero gli specialisti presso i poliambulatori e i dentisti prevalentemente presso gli hub provinciali. "È ovvio che in casi particolari la disponibilità è quella di effettuare i vaccini anche nei loro studi professionali - aggiunge Montanaro - Ora stiamo raccogliendo le adesioni che, ricordiamo, sono su base volontaria. Coloro che sono interessati potranno comunicarlo alle Asl e agli Ordini dei medici". Previsto una nuova convocazione entro i primi dieci giorni di aprile, così da acquisire tutte le adesioni e "trasmettere gli elenchi alle Asl e ai Dipartimenti di prevenzione affinchè quanto prima si possa utilizzare nelle vaccinazioni questo ulteriore contingente di capitale umano" conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini 78enni e 79enni, oltre la metà degli aventi diritto ha aderito. Pediatri e odontoiatri in campo per le somministrazioni

BariToday è in caricamento