Visite e consulti gratuiti dedicati alla salute femminile, a marzo la open week dell'ospedale Miulli

L'iniziativa, in programma dal 4 all'8 marzo, è stata presentata questa mattina: è il primo tassello del progetto 'Miulli in rosa' del presidio di Acquaviva

Quattro giorni di visite e consulti gratuiti dedicati alle donne, che non a caso termina nel giorno della Festa della donna. Una speciale 'Open week', quella presentata dall'ospedale Miulli di Acquaviva per lanciare il progetto 'Miulli in rosa'. L'iniziativa è stata presentata in mattinata nel presidio ospedaliero e si focalizza, sulla salute femminile, dall’adolescenza alla menopausa.

Il progetto 'Miulli in rosa'

"L'obiettivo - spiegano dal Miulli - è aiutare e supportare la donna dalle prime scoperte legate al mutamento del suo corpo fino all’età adulta. Un cammino che permetta, mediante un sostegno medico competente, di affrontare problematiche e far conoscere tematiche che scandiscano, in modo preparato, le diverse fasi della vita: il primo ciclo mestruale e le problematiche legate all’adolescenza, le malattie sessualmente trasmissibili, l’infertilità, l’endometriosi, il cancro, la menopausa e tanto altro".

Una settimana di visite

Dal 4 all'8 marzo, quindi, è in programma l'iniziativa che permetterà alle donne di avere consulti e visite gratuite (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16) sulle principali 'preoccupazioni' che affliggono le donne nel loro percorso di vita e di salute. Ogni giorno, per una intera settimana, sarà dedicato a singole problematiche: si parte lunedì dall'infertilità, passando nei successivi giorni a mammella, tiroide, problemi ginecologici e menopausa. Gli specialisti del Miulli focalizzeranno la loro attenzione su specifici settori della salute e del benessere delle donne.

Un'iniziativa che certifica l'impegno già premiato nel biennio 2018-2019 con i due Bollini Rosa dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna. Per informazioni e prenotazioni sulle visite gratuite dell’Open Week è stato attivato il numero 080.3054410, consultabile dal lunedì al giovedì (ore 10-13 e 14-16) e il venerdì dalle 10 alle 13.

"Attraverso un intreccio di attività di informazione e prevenzione, il nostro Ente prosegue dunque il lavoro già svolto nel corso degli anni seguendo le pazienti nelle diverse fasi della vita – spiega monsignor Domenico Laddaga, delegato del governatore, Ospedale Generale Regionale “F. Miulli” – affiancando un programma di attività potenziato a una serie di iniziative che si alterneranno per due anni, 'Miulli in Rosa' si propone come laboratorio permanente sul benessere della donna e per far ciò l’Ospedale ha creato un team interdisciplinare di altissimo profilo che si occuperà dell’universo femminile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Il Miulli eccellenza della chirurgia cardiaca: unico centro pugliese a sperimentare il 'MitraClip' per la valvola mitrale

Torna su
BariToday è in caricamento