Visite e consulti gratuiti dedicati alla salute femminile, a marzo la open week dell'ospedale Miulli

L'iniziativa, in programma dal 4 all'8 marzo, è stata presentata questa mattina: è il primo tassello del progetto 'Miulli in rosa' del presidio di Acquaviva

Quattro giorni di visite e consulti gratuiti dedicati alle donne, che non a caso termina nel giorno della Festa della donna. Una speciale 'Open week', quella presentata dall'ospedale Miulli di Acquaviva per lanciare il progetto 'Miulli in rosa'. L'iniziativa è stata presentata in mattinata nel presidio ospedaliero e si focalizza, sulla salute femminile, dall’adolescenza alla menopausa.

Il progetto 'Miulli in rosa'

"L'obiettivo - spiegano dal Miulli - è aiutare e supportare la donna dalle prime scoperte legate al mutamento del suo corpo fino all’età adulta. Un cammino che permetta, mediante un sostegno medico competente, di affrontare problematiche e far conoscere tematiche che scandiscano, in modo preparato, le diverse fasi della vita: il primo ciclo mestruale e le problematiche legate all’adolescenza, le malattie sessualmente trasmissibili, l’infertilità, l’endometriosi, il cancro, la menopausa e tanto altro".

Una settimana di visite

Dal 4 all'8 marzo, quindi, è in programma l'iniziativa che permetterà alle donne di avere consulti e visite gratuite (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16) sulle principali 'preoccupazioni' che affliggono le donne nel loro percorso di vita e di salute. Ogni giorno, per una intera settimana, sarà dedicato a singole problematiche: si parte lunedì dall'infertilità, passando nei successivi giorni a mammella, tiroide, problemi ginecologici e menopausa. Gli specialisti del Miulli focalizzeranno la loro attenzione su specifici settori della salute e del benessere delle donne.

Un'iniziativa che certifica l'impegno già premiato nel biennio 2018-2019 con i due Bollini Rosa dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna. Per informazioni e prenotazioni sulle visite gratuite dell’Open Week è stato attivato il numero 080.3054410, consultabile dal lunedì al giovedì (ore 10-13 e 14-16) e il venerdì dalle 10 alle 13.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Attraverso un intreccio di attività di informazione e prevenzione, il nostro Ente prosegue dunque il lavoro già svolto nel corso degli anni seguendo le pazienti nelle diverse fasi della vita – spiega monsignor Domenico Laddaga, delegato del governatore, Ospedale Generale Regionale “F. Miulli” – affiancando un programma di attività potenziato a una serie di iniziative che si alterneranno per due anni, 'Miulli in Rosa' si propone come laboratorio permanente sul benessere della donna e per far ciò l’Ospedale ha creato un team interdisciplinare di altissimo profilo che si occuperà dell’universo femminile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento