Ricerca Eduscopio 2018, tra i licei in testa Flacco e Fermi. Tecnici e professionali, spiccano Lenoci e Marconi

Le graduatorie stilate dalla Fondazione Agnelli per valutare i migliori istituti scolastici superiori valutano l'impatto degli studenti col mondo universitario e in quello del lavoro

'Flacco' e 'Fermi' i migliori licei della città, 'Marconi' e 'Lenoci' tra le scuole tecnico-professionali più adatte per cercare lavoro: sono i dati principali della ricerca Eduscopio 2018, il dossier realizzato dalla 'Fondazione Agnelli' che valuta i migliori istituti in Italia da nord a sud, con graduatorie singole per ogni città o area, in particolare tenendo conto delle prospettive universitarie e d'impiego. Due, le tipologie di graduatorie: la prima suddivide le scuole in base all'esigenza di proseguire gli studi. L'altra, invece, è rivolta a chi cerca un lavoro al termine delle superiori.

Graduatoria scuole per poi scegliere l'università

In questo caso, il punteggio ottenuto è una media ponderata tra voti universitari e crediti ottenuti. Per quanto riguarda i licei Classici, in testa il Flacco (70,88), seguito da Socrate (67,98) e Cirillo (59,55). Tra gli Scientifici, invece, al comando Il Fermi (68,97) davanti a Scacchi (68,25) e Salvemini (66,52). Nella graduatoria dei Linguistici spicca il Giulio Cesare (57,80) davanti a Marco Polo (56,61), Romanazzi (52,44) e Bianchi Dottula (50,43). Nella categoria dei Tecnici Economici il primato va al Giulio Cesare (52,71), seguito da  Marco Polo (52,18) e Romanazzi (50,12). Infine, nei tecnici tecnologici al primo posto il Panetti (57,65) che supera l'altra scuola dello stesso istituto scolastico, il Pitagora (53,18) e l'Elena di Savoia (48,06). 

Graduatoria scuole per poi scegliere il lavoro

Qui il punteggio valuta la percentuale degli occupati (coloro che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma), su coloro che non si sono immatricolati all’università. Nella classifica troviamo in testa, per l'indirizzo Tecnico-Tecnologico, il Marconi (47,75) davanti a Panetti (39.5), Elena di Savoia (28,85) e Majorana (14,27). Per l'ambito Tecnico Economico spicca il Lenoci (45,57) che supera nell'ordine (Giulio Cesare (39,86), Romanazzi (37,35), Marco Polo (35,97), Gorjux-Tridente-Vivante (35,71), Calamandrei (32,02), Volta (27,81) e Nobel (25,41). Nella categoria Professionale-Servizi al primo posto c'è il Perotti (41,27), seguito da Gorjux-Tridente-Vivante (30,03), Majorana (25,85), Santarella (22,82), De Lilla (15,72). Infine, Per l'industria al primo posto c'è il Majorana (31,85) davanti al Santarella (27,87).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento