Bullismo e violenza di genere si combattono a scuola: lezioni e laboratori negli istituti baresi fino al 30 novembre

Ieri l'assessore Bottalico ha incontrato i rappresentanti di scuole, provveditorato, privato sociale e associazioni, per realizzare un calendario di appuntamenti con l'ausilio di professionisti

Percorsi educativi e laboratoriali nelle scuole mirati al contrasto del disagio socio psicologico degli adolescenti e per contrastare fenomeni come il bullismo, cyberbullismo e violenza di genere. Progetti che sono stati discussi ieri durante l'incontro tra l’assessore al Welfare, Francesca Bottalico, e i rappresentanti di scuole, provveditorato, privato sociale e associazioni.

I contenuti degli incontri

I percorsi educativi - che comprendono anche sportelli di ascolto e mediazione per genitori, ragazzi e insegnanti - toccheranno diversi temi: tra questi, l’educazione alle differenze di genere, il contrasto alle dipendenze da gioco e da sostanze, l’utilizzo responsabile dei sociale network, il sostegno alla genitorialità, l’educazione all'affettività e alla non violenza, la promozione della legalità, il disagio socio-psicologico adolescenziale e la prevenzione socio-sanitaria (disagi alimentari, diffusione malattie sessualmente trasmissibili).

I progetti - la cui prima fase sarà attiva fino al 30 novembre - saranno realizzati grazie al supporto di 10 realtà associative e di volontariato sul territorio, che lavoreranno con il centro antiviolenza comunale. Diverse le figure di cui si avvarranno: operatori, educatori, psicologi, esperti di laboratorio, che coinvolgeranno nei primi tre mesi oltre 500 bambini e ragazzi.

L'assessore: "Dialogo costante con associazioni e istituti"

I percorsi che saranno attivati prescindono da "un dialogo costante - ricorda l'assessore - con il mondo associativo e della scuola e testimoniano il nostro impegno per la prevenzione, l’emersione del disagio, la costruzione di legami di fiducia e cura finalizzati a prevenire il malessere crescente tra i nostri ragazzi, sempre più spesso privi di riferimenti stabili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un progetto che vuole così ridurre le barriere tra il mondo della scuola e le famiglie. "A guidare i percorsi saranno dei professionisti- conclude la Bottalico - in grado di utilizzare linguaggi e strategie educative che favoriscano il dialogo e l'espressione del sé, con l’obiettivo di favorire una presa in carico integrata dei minori in difficoltà, anche nel passaggio tra un ciclo scolastico e l’altro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento