menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bari torna il Mercatino dei libri usati: "Testi a prezzo scontato per combattere il caro scuola"

L'appuntamento organizzato dall'Unione degli Studenti, giunto alla XIV edizione, è in via Dalmazia 35, nella sede di Zona Franka: sarà attivo fino all'11 ottobre

Torna anche quest'anno il Mercatino del LIbro Usato di Zona Franka a Bari, per aiutare a contrastare il caro scuola, in particolare sull'acquisto dei testi di studio. L'iniziativa , giunta alla 14ma edizione, è organizzata dall'Uniione degli Studenti del capoluogo pugliese. Da lunedì 3 settembre a giovedì 11 ottobre sarà quindi attivo il presidio di via Dalmazia 35, nel quartiere Madonnella: i libri rilasciati in conto vendita saranno rivenduti al 50% da cui viene trattenuto un simbolico 5% del prezzo di copertina. Il Mercatino sarà aperto dalle 9 alle 13 e, fino a venerdì 14 settembre, anche dalle 16 alle 20

“Secondo Federconsumatori, ogni anno le famiglie si trovano costrette a dover spendere, in media, tra i 500€ e i 600€ per acquistare i soli libri di testo - spiega Matilda Bruno di UdS Bari - . Per gli studenti del primo anno la cifra si innalza fino ai 200€ e se si considerano anche gli ulteriori costi per trasporti e spese obbligate legate all’attività scolastica si arriva a circa 1700€. Con l’introduzione della Legge 107/15 (“Buona Scuola”) e  l’obbligatorietà dell’alternanza scuola lavoro, la situazione si aggrava ulteriormente considerato che in tanti casi da noi registrati e denunciati gli stessi percorsi hanno costretto gli studenti e le studentesse a pagare ingenti somme per i trasporti o gli stessi materiali necessari per lo svolgimento del percorso stesso”.

“Il mercatino del libro usato è l’unica forma, in mano agli studenti, per contrastare il caro libri. Questa è la nostra risposta concreta alle speculazioni delle lobby editoriali, che di anno in anno modificano i codici ISBN dei libri senza cambiare sostanzialmente i testi scolastici, ma aumentando notevolmente i prezzi. In un territorio con le percentuali di abbandono scolastico fra le più alte d’Italia, le Amministrazioni locali e regionali devono farsi carico dei problemi sociali delle nostre terre” conclude Bruno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento