Venerdì, 23 Luglio 2021
Scuola

Protesta di Link contro il numero chiuso a Medicina: "Limitiamo il buco di organico negli ospedali pubblici"

In mattinata si sono svolti a Bari i test di accesso a Medicina e Odontoiatria. L'associazione studentesca in un comunicato ne chiede l'abolizione

I ragazzi durante le prove di accesso al Campus

Si sono svolte in mattinata a Bari le prove di ammissioni ai corsi di laurea di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria, con oltre 2800 candidati in lizza per i 320 posti disponibili. Test che non hanno mancato di suscitare polemiche tra le associazioni studentesche, come Link, che ha puntato il dito contro la logica del numero chiuso.

Il concorso "più che garantire una presunta meritocrazia - spiegano dall'associazione in un comunicato - si configura come farsa quando andiamo a guardare lo stato di salute del nostro sistema sanitario e gli investimenti dello Stato nell’università e formazione medica: le barriere all’accesso (tanto al corso di laurea quanto alla formazione specialistica, con un concorso svolto pochi mesi fa che, su 15.000 medici laureati, lascia fuori dalle Scuole di Specializzazione oltre la metà) e la mancanza di turnover costano solo alla Regione Puglia un buco di organico negli ospedali pubblici di 4mila unità".

Per coprire il gap nel personale medico, come suggeriscono da Link, non basta la paventata apertura di nuovi corsi di laurea fuori dal capoluogo - le città preposte sarebbero Taranto e Lecce - ma anche l'eliminazione dei corsi ad accesso programmato sia negli atenei, che nelle scuole di specializzazione. Oltre a reimmagginare il sistema della distribuzione dei finanziamenti.

“Non possiamo ignorare come un test come questo rappresenta un ulteriore elemento di discriminazione in un mondo che già vede il 43% dei laureati in Medicina provenienti da classi sociali elevate (dati di Almalaurea): praticamente riesce a iscriversi e sostenere il percorso universitario solo chi può permettersi una preparazione al test migliore, spendendo anche migliaia di euro in corsi di supporto allo studio” dichiara Piercarlo Melchiorre, coordinatore cittadino del sindacato studentesco Link Bari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta di Link contro il numero chiuso a Medicina: "Limitiamo il buco di organico negli ospedali pubblici"

BariToday è in caricamento