menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppi iscritti allo Scacchi, la Città metropolitana al lavoro per trovare nuove aule: "Riunione dopo il 20 febbraio"

"E' un problema segnalato anche dall'istituto Salvemini" spiega il consigliere metropolitano delegato all'Edilizia scolastica. In programma incontri con i dirigenti di altri istituti nelle zone limitrofe

Potrebbero essere accontati gli 80 alunni 'in eccedenza' che hanno fatto richiesta di iscrizione al liceo scientifico 'Arcangelo Scacchi' di Bari per il prossimo anno scolastico. Troppo domande per il numero di aule disponibili nella struttura in corso Cavour, tanto da obbligare il preside Giovanni Magistrale a pensare di redigere una graduatoria basata su diversi criteri per selezionare chi accettare nella formazione delle nuove prime classi. Una strada alternativa però esisteva, come annunciato dallo stesso dirigente in una nota ufficiale: richiedere il permesso alla Città metropolitana di ospitare gli iscritti in eccedenza in altre scuole con aule libere, le cosiddette 'succursali'.

Gli incontri esplorativi

Richiesta che effettivamente è arrivata al consigliere metropolitano delegato all'Edilizia scolastica, Vito Lacoppola. E la proposta non è un'utopia, come lo stesso Lacoppola racconta a BariToday: "Dopo il 20 febbraio intendiamo convocare un tavolo con il dirigente scolastico, le autorità ministeriali scolastiche - il provveditore Giuseppina Lotito e la dirigente del Miur, ndr - e i presidi delle scuole nelle zone limitrofe. Il problema si risolve tutti assieme con la collaborazione di tutti i componenti, perché noi non possiamo imporre l'ingresso di alunni in altre scuole. Rimango fiducioso sul fatto che prevarrà lo spirito di collaborazione e la volontà di venire incontro ai ragazzi che hanno scelto l'indirizzo scientifico". Insomma, se dal tavolo dovesse arrivare la disponibilità dei dirigenti a ospitare i nuovi alunni dello Scacchi, non servirebbe chiedere a nessuno di rinunciare all'iscrizione o determinare i posti con una graduatoria.

Problema che a quanto pare non affligge solo lo Scacchi, ma anche da un secondo liceo scientifico barese; fatto che dimostra l'interesse per la materia. "Anche dal Salvemini è arrivata la stessa richiesta - prosegue Lacoppola - E anche in quel caso contiamo di organizzare un incontro per cercare nuovi istituti che ospitino gli iscritti in eccesso". Ci vorranno quindi altre settimane prima che i genitori possano avere una risposta sul futuro scolastico dei loro figli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento