Lunedì, 2 Agosto 2021
social

"Oscillazione nell'orbita lunare", lo studio della Nasa: nel 2030 pericolo inondazioni costiere in tutto il mondo

L'oscillazione sull'attrazione gravitazionale della Luna, la causa principale delle maree della Terra, si combinerà con l'innalzamento del livello del mare derivante dal riscaldamento del Pianeta

©Foto di Ben Mack da Pexels

Si parla ormai da tempo di cambiamenti climatici e delle conseguenze devastanti nell'intero pianeta. La Nasa, da sempre impegnata nello studio della Terra e nelle osservazioni spaziali, ha annunciato che il 2030 potrebbe essere l'inizio di un decennio pericoloso a causa delle inondazioni dovute all'alta marea. Queste catastrofi potrebbero verificarsi con maggiore impatto specialmente negli Stati Uniti, quando il ciclo lunare amplificherà l'innalzamento del livello del mare causato appunto dai cambiamenti climatici.

Lo studio

Lo studio condotto dalla Nasa tiene conto di tutte le cause, oceaniche e astronomiche, legate alle inondazioni. Guidata dai membri del Sea Level Change Science Team della Nasa dell’Università delle Hawaii, la ricerca rivela che le inondazioni a volte si verificano in gruppi della durata di un mese o più, a seconda delle posizioni della Luna, della Terra e del Sole. Quando la Luna e la Terra si allineano in modi specifici tra loro e con il Sole, l'attrazione gravitazionale risultante e la corrispondente risposta dell'oceano possono lasciare gli abitanti delle città a dover fare i conti con inondazioni ogni giorno o due.

Le aree basse vicino al livello del mare sono sempre più a rischio. La combinazione dell'attrazione gravitazionale della Luna, dell’innalzamento del livello del mare e del cambiamento climatico continuerà ad aumentare le possibilità di inondazioni costiere in tutto il mondo. Il Sea Level Change Team della Nasa sta fornendo informazioni fondamentali in modo da poter pianificare, proteggere e prevenire danni all'ambiente e ai mezzi di sussistenza delle persone colpite.

Le cause 

La causa di tutto ciò è un'oscillazione regolare nell'orbita lunare che richiede 18,6 anni per essere completata. L'oscillazione sull'attrazione gravitazionale della Luna, la causa principale delle maree della Terra, si combinerà con l'innalzamento del livello del mare derivante dal riscaldamento del Pianeta.

Dunque, a metà degli anni 2030, l'innalzamento globale del livello del mare sarà più forte e i mari più alti, amplificati dal ciclo lunare, causeranno un numero maggiore di inondazioni su quasi tutte le coste continentali degli Stati Uniti, hawaii e Guam. Solo le coste dell’estremo nord, comprese quelle dell’Alaska, saranno risparmiate per un altro decennio o più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oscillazione nell'orbita lunare", lo studio della Nasa: nel 2030 pericolo inondazioni costiere in tutto il mondo

BariToday è in caricamento