Acqua e limone al mattino: verità o falso mito?

Acqua e limone è la bevanda che ha preso il primo posto nelle nostre colazioni perchè ci aiuterebbe a dimagrire e a disintossicarci. Ma fa davvero così tanto bene? In questo articolo tutta la verità

Quanti di noi si sono sentiti dire che bere acqua e limone, se ingeriti caldi, al mattino fa bene, soprattutto prima di fare colazione?! I sostenitori di questa bevanda fai da te affermano infatti le numerose proprietà benefiche tra cui quelle alcalinizzanti presunte. Sempre secondo questa teoria il nostro organismo avrebbe la possibilità di depurarsi da tossine e scorie in eccesso. Inoltre avrebbe proprietà drenanti e attiverebbe il metabolismo, aiutando quindi a dimagrire. 
A malincuore dobbiamo però sfatare questo effetto placebo. Nessuno mette in dubbio che gli agrumi e in particolare il limone in questione sia ricco di  vitamina C. Ma assumerlo in acqua e a stomacoo vuoto potrebbe creare delle irritazioni: l’acido citrico nei pazienti affetti da gastrite può danneggiare la mucosa gastrica poiché aumenta l’acidità (abbassando, quindi, il pH) e a lungo andare può avere effetti negativi sulla mucosa anche in individui sani.
A proposito delle proprietà alcalinizzanti poi, grazie alle quali l’apparato gastro intestinale acquisirebbe la sua regolare funzionalità traendone beneficio anche la pelle, e il nostro sistema immunitario diventando più forte e vitale,  Non è vero:: anche se l’acido citrico avesse potere alcalinizzante, il nostro organismo manterrebbe il PH ematico (quello del sangue) costantemente sul valore di 7,4. Le tanto decantate proprietà alcalinizzanti del limone, come di tantissimi altri alimenti e ritrovati, sono completamente infondate.
L’assunzione prolungata di acqua e limone può nuocere al cavo orale a causa dell’azione erosiva dell’acido citrico a carico dello smalto dei denti.
 
Concludendo bere acqua e limone a digiuno:

Non aiuta a dimagrire, stimolando il metabolismo: il limone contiene vitamina C e sali minerali. Nessuna di queste sostanze ha un effetto dimagrante;
Non serve a disintossicare o a drenare l’intestino;
Negli individui sani può portare a disturbi come esofagite, ulcere, gastriti;
Non è indicato nei pazienti affetti da gastrite, ulcere o esofagite da reflusso gastroesofageo: a seguito dell’attivazione della pepsina, enzima dello stomaco che scompone le proteine, si potrebbe aggravare la situazione; 
Non ha reali proprietà alcalinizzanti;
Può danneggiare lo smalto dei denti.

In tutto quello che assumiamo, che siano alimenti e che siano bevande, occore il buon senso, la giusta misura. Per cui gli appassionati di questa bevanda possono continuare a berla sicuramente ma con moderazione!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Incidente stradale, terribile tragedia nel Barese: uomo investito e ucciso mentre stava tornando a casa

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Lotta ai tumori, il cioccolato 'nero' è un alleato della prevenzione. Ricercatore di Bari: "20 grammi ogni due giorni"

  • Attimi di tensione in una scuola, papà entra e schiaffeggia 14enne: "Lascia stare mio figlio"

  • Famiglia pugliese beffata in un bar di Roma: 120 euro per quattro panini e quattro bibite perché "vicini al Vaticano"

Torna su
BariToday è in caricamento