menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
©Foto https://rete.comuni-italiani.it/wiki

©Foto https://rete.comuni-italiani.it/wiki

Un tesoro della provincia barese: 'Il Castello dei Fascina o Casina Don Cataldo', meraviglia architettonica dal fascino medievale

Da casa castrale-fortificata a residenza gentilizia: nelle campagne di Adelfia sorge un'antica masseria fortificata ricca di arte e storia

Il FAI protegge la bellezza del nostro Paese, e tutela i luoghi speciali, che tutto il mondo ci invidia, ma dà anche valore a beni minori troppo spesso dimenticati. Tra i luoghi segnalati dal FAI, appunto, ricordiamo oggi un palazzo antico situato nelle campagne di Adelfia, cittadina a pochi chilometri da Bari: è 'Casina don Cataldo o castello dei Fascina'.

Questa costruzione rientra nella categoria delle Masserie-Castello e si trova nel comune di Adelfia nella provincia di Bari. Fu costruita nel 1600, dal marchese di Laureto, Carlo Tommaso de Nicolai, che volle questo edificio per risiedervi, avendo deciso di ritirarsi in campagna per poter condurre personalmente l’attività agricola della sua proprietà. Il figlio del marchese, Cataldo, pure condusse vita di campagna, ma per motivi di salute. A lui si devono alcune aggiunte edilizie, che ne definirono ancora di più il carattere di castello. Il complesso fu poi lasciato in eredità alla famiglia Fascina.

Si tratta di un’imponente costruzione di gusto classico, caratterizzata da una splendida doppia scalinata che conduce alla loggia, e all’ingresso. Su entrambi i lati si ammirano due torrioni. L’edificio è circondato da uno spesso muro, che comprende anche i resti di quella che fu la cappella, ora completamente distrutta. La masseria si distingue dalle altre anche per la pietra a bugnato con cui è stata costruita, che mette in risalto la maestria di chi ha progettato il palazzo, riuscendo a fondere le esigenze residenziali e quelle agricole.

Nella sala centrale del primo piano dell’edificio, sulla volta e sulle pareti, si possono ancora ammirare delle bellissime decorazioni che si riferiscono all’Orlando Furioso. Al piano terra troviamo gli ambienti destinati al lavoro agricolo e alle stalle. Contrariamente ad altre masseria Don Cataldo non ha subito trasformazioni essenziali nel corso dei secoli.

(Fonte www.turismo.it)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento