Domenica, 26 Settembre 2021
social

Gusci di cozze e vongole, come differenziarli?

Alcuni alimenti ci mandano in confusione e non sappiamo se gettarli nell'umido o nell'indifferenziato: è il caso dei gusci di cozze e vongole. Tutto quello che c'è da sapere

Fare la differenziata è ormai per molti di noi un gioco da ragazzi. Si presta molta attenzione a come smaltire i rifiuti in modo corretto per rispettare l’ambiente che ci circonda e quindi noi stessi. Tuttavia alcuni alimenti ci mandano in confusione perchè non sappiamo in realtà se posizionarli nell'umido o nell'indifferenziato. E' il caso di gusci di cozze, vongole e altri bivalvi in generale.

A Bari come in tutta la provincia non è difficile trovare sulle tavole un buon piatto di pasta con le cozze e vongole, come anche la impepata, così gustosa e profumata. Ma dopo un succulento pranzo tutto ciò che resta non sono altro che i gusci. Dove buttarli?

I gusci dei bivalvi sono rifiuti di origine organica ma presuppongono un tempo di smaltimento abbastanza lungo perchè costituiti essenzialmente da carbonato di calcio. Non sono biodegradabili e sono quindi difficilmente compostabili. Non fanno parte di quei rifiuti necessari alla produzione di compost utilizzato come fertilizzante naturale. 

State sbagliando se butatte i gusci nell'umido, il loro posto è nei sacchetti di rifiuti indifferenziati secchi.

Come essere certi di non sbagliare? Ogni comune in realtà ha le proprie regole di smaltimento per cui non occorre altro che informarsi e capire se è consentito buttare i gusci anche nell'umido e nell'organico, dove comunemente si gettano i rifiuti biodegradabili come i fondi del caffè, gli scarti di cucina, oppure cibi scaduti o andati a male.

Da cosa dipende? E' una scelta che viene fatta in base alla presenza o meno di alcune tecniche di smaltimento che permettono quindi di dissolvere e rendere compost questo tipo di rifiuti. E' necessario rivolgersi all'azienda locale che si occupa di questo e chiedere quindi informazioni a riguardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gusci di cozze e vongole, come differenziarli?

BariToday è in caricamento