Giovedì, 13 Maggio 2021
social

Le bellezze custodite dalla Città metropolitana raccontate dalla travel blogger barese: così la cultura si fa spazio sul web

"Oggi c'è la necessità non soltanto di avere un pubblico di visitatori reali, ma anche di visitatori virtuali", afferma la consigliera Francesca Pietroforte

Nel palazzo della Città metropolitana la consigliera metropolitana delegata alla Cultura, Ico, Biblioteca e Musei, Francesca Pietroforte, ha incontrato questa mattina Manuela Vitulli la nota travel blogger barese (da 135mila follower su Instagram) appassionata di viaggi, turismo e stili di vita che racconta sul suo blog Pensieri in viaggio.

Manuela Vitulli, tra le dieci travel blogger italiane più influenti, premiata più volte per l’impegno e la professionalità, ha deciso, nell’anno della pandemia, dopo aver girato il mondo, di concertarsi e dedicarsi soprattutto alla sua Puglia: “segnalatemi qui, nei commenti, le destinazioni e le realtà pugliesi che ritenete di valore e meritevoli di attenzione. Sarà un progetto molto lungo e impegnativo, ma soprattutto voglio che questo sia un progetto corale, all’interno del quale anche voi avete un ruolo importante e potrete darmi spunti e consigli” scriveva qualche mese fa sul suo profilo Instagram.

Di qui l’idea di aprirle eccezionalmente le porte della Pinacoteca “C.Giaquinto”, attualmente chiusa ai visitatori, e le sale del Palazzo istituzionale ipotizzando un piano di rilancio sul web del patrimonio culturale della Città metropolitana che comprenda anche il Museo archeologico di Santa Scolastica.

“Obiettivo di questo incontro è quello di valorizzare i nostri contenitori culturali anche alla luce dell’emergenza sanitaria che impone la chiusura dei musei e, di conseguenza, rende impossibile l’organizzazione di eventi – afferma Francesca Pietroforte -. Occorre spostare la nostra comunicazione sui social e sul web ed è per questo che abbiamo invitato una delle travel blogger più attive sul territorio nazionale, tra l’altro barese, quale è Manuela Vitulli. L’abbiamo accompagnata fra le sale espositive della Pinacoteca, i saloni del palazzo della Città metropolitana e le abbiamo illustrato i nostri progetti in cantiere. Con questo lockdown ci siamo resi conto della necessità non soltanto di avere un pubblico di visitatori reali, ma anche di visitatori virtuali, che sono quelli che oggi non possono venire per i motivi più disparati ma che un giorno potrebbero essere attratti dai nostri musei. Con Manuela ci incontreremo nuovamente per pianificare iniziative mirate”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le bellezze custodite dalla Città metropolitana raccontate dalla travel blogger barese: così la cultura si fa spazio sul web

BariToday è in caricamento