social

'Dop economy', un neologismo della Treccani per omaggiare le eccellenze enogastronomiche dell'Italia

La Dop economy italiana esprime la rilevanza di un sistema normativo europeo sulle Dop Igp che ha permesso di delimitare e sviluppare un settore che rappresenta un patrimonio ineguagliabile

Un nuovo riconoscimento per il comparto enogastronomico DOP IGP del nostro Paese da parte dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, con l’inserimento della voce 'Dop economy' nel Vocabolario Treccani, icona della cultura nazionale. Il termine, introdotto per la prima volta nel 2018 da Fondazione Qualivita in occasione della presentazione annuale dei dati del comparto DOP IGP, rappresenta il sistema economico del comparto agroalimentare e vitivinicolo a Indicazione Geografica, denotando un settore con un forte ruolo nello sviluppo dei distretti agroalimentari del Paese.

Dop economy rappresenta la sintesi del lavoro coordinato di operatori, Consorzi di tutela, istituzioni, comunità locali, che ha una forte rilevanza in termini di valore economico (16,9 miliardi di euro di valore alla produzione per un contributo del 19% al fatturato complessivo del settore agroalimentare italiano - Rapporto Ismea-Qualivita 2020), ma anche nell’ambito di processi di sviluppo territoriale in ambiti e settori connessi con l’agroalimentare di origine (turismo, ambiente, cultura, benessere, sociale).

Le imprese del settore e i Consorzi di tutela, anche grazie al supporto di misure pubbliche, da molti anni svolgono un lavoro di promozione e informazione ai consumatori non solo finalizzato a raggiungere obiettivi commerciali, ma teso a diffondere e consolidare la conoscenza, la cultura e il linguaggio delle eccellenze enogastronomiche DOP IGP. Un percorso importante che ha contribuito a imporre definizioni e termini sempre più peculiari in grado di delineare e distinguere il mondo dei prodotti di qualità certificati.

Ricordiamo i prodotti DOP e IGP della Puglia: 

FORMAGGI
• Burrata di Andria IGP
• Caciocavallo Silano DOP
• Canestrato Pugliese DOP
• Mozzarella di Bufala Campana DOP
• Mozzarella di Gioia del Colle DOP
• Ricotta di Bufala Campana DOP

OLIO
• Olio Extravergine di Oliva Collina di Brindisi DOP
• Olio Extravergine di Oliva Dauno DOP
• Olio Extravergine di Oliva Terre d’Otranto DOP
• Olio Extravergine di Oliva Terre di Bari DOP
• Olio Extravergine di Oliva Terre Tarentine DOP

ORTOFRUTTA E CEREALI
• Carciofo Brindisino IGP
• Clementine del Golfo di Taranto IGP
• La Bella della Daunia DOP
• Lenticchia di Altamura IGP
• Uva di Puglia IGP

PRODOTTI DI PANETTERIA
• Pane di Altamura DOP

Il neologismo

Il Vocabolario Treccani riporta la definizione nella sezione Neologismi: "Dop economy (Dop-economy, Dop-Economy) loc. s.le f. Segmento della produzione e trasformazione dei prodotti agricoli destinati all’alimentazione a Indicazione geografica, che costituisce una parte importante del valore agroalimentare nazionale". Si tratta di un neologismo dal forte impatto immediato, composto dall’acronimo Dop e dal sostantivo inglese economy. Per i linguisti è uno pseudoanglicismo, perché il lessema complesso non è rappresentato nella lingua inglese, nella pratica è un costrutto di recente introduzione nella lingua, avallato fin dal suo esordio dai molti titoli dei giornali che lo ripresero perché ben esplicativo e di forte impatto; titoli e riferimenti a Qualivita che sono riportati anche nel vocabolario a supporto della spiegazione. Qui il neologismo.

«Il sistema normativo europeo sulle Dop Igp ha permesso di delimitare e sviluppare un settore che rappresenta un patrimonio ineguagliabile e la Dop economy italiana esprime la rilevanza di questo modello produttivo in tutta la sua complessità», dichiara Paolo de Castro, Presidente del Comitato scientifico di Qualivita. «Questo riconoscimento di Treccani promuove la conoscenza di un sistema che esalta il legame tra cibo, territorio, cultura e innovazione, sul quale la politica comunitaria e nazionale devono continuare a puntare».

«Semplificare il linguaggio, offrire un'interpretazione dei fenomeni accessibile ai consumatori, rendere efficace la comunicazione per valorizzare al meglio il settore delle Dop Igp: questo, da sempre, fa parte dell’attività della Fondazione Qualivita» commenta Cesare Mazzetti, Presidente della Fondazione. «L’inserimento della voce ‘Dop economy’ nel Vocabolario Treccani è un importante riconoscimento di questo lavoro, che promuove ulteriormente la conoscenza delle Indicazioni Geografiche italiane».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Dop economy', un neologismo della Treccani per omaggiare le eccellenze enogastronomiche dell'Italia

BariToday è in caricamento