menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
©Foto di Wolfgang Eckert da Pixabay

©Foto di Wolfgang Eckert da Pixabay

Torna l'ora legale: quando spostare le lancette dell'orologio

Nella notte tra sabato 27 marzo e domenica 28 marzo 2021, le lancette di tutti gli orologi andranno spostate in avanti, dalle 2 alle 3

Manca una settomana al cambio dell'ora. Nella notte tra sabato 27 marzo e domenica 28 marzo 2021, le lancette di tutti gli orologi andranno spostate in avanti, dalle 2 alle 3. Inutile dire che ormai la tecnologia fa tutto in automatico per cui solo coloro che utilizzano orologi da polso o hanno orologi alle pareti dovranno ricordarsi di "aggiornare" i loro dispositivi al nuovo orario. 

Sicuramente però molte persone faranno questa riflessione: "Cosa ce ne facciamo di un'ora di luce in più visto che c'è il coprifuoco e che saremo blindati dalla zona rossa?". Ma visto che da tempo si parla di abolire l'ora legale o di adottarla per tutto l'anno, come ha fatto ad esempio la Russia, vediamo cosa davvero succederà a fine marzo.

In effetti c'era il rischio che anche in Italia sparisse definitamente. L'ora legale è in vigore dal 1996 e resterà ancora in vigore. Il governo italiano aveva infatti depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione attuale, senza variazioni. Non avendo presentato modifiche al documento, significa che tutto di fatto rimane inalterato.

L'Unione Europea ha infatti abolito l'obbligo per i vari Paesi membri di passare da un'ora all'altra. Per i prossimi due anni ogni stato è stato lasciato libero di scegliere se rimanere con l'ora solare o adottare quello dell'ora legale come fuso orario. Una decisione abbastanza surreale in un periodo già complicato, visto che così facendo potrebbero trovarsi con orari diversi anche stati confinanti. Tra l'altro proprio in Francia una consoltazione popolare aveva indicato che i francesi vorrebbero tenere l'ora legale tutto l'anno. 

Di fatto nel 2019 il Parlamento Europeo si era espesso in questo senso: gli Stati membri che avessero deciso di mantenere l'ora legale dovrebbero cambiare le lancette dell'orologio per l'ultima volta alla fine di marzo di quest'anno, mentre quelli che preferiscono mantenere l'ora solare dovrebbero farlo l'ultima domenica di ottobre 2021. Un mezzo pasticco tutt'altro che chiarito. L'Italia stessa, al momento, non ha infatti deciso quale delle due strade scegliere ma solo di lasciare tutto come prima.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento