rotate-mobile
social

Sette maestose sculture in cartapesta animano il cuore di Putignano: un museo a cielo aperto già meta di turisti

Putignano per tutta l’estate è un ecomuseo sempre fruibile

Un ecomuseo della cartapesta allestito nel centro del paese e presto anche attorno alle Botteghe della Cartapesta: a Putignano dopo la kermesse “cArte a Maschere”, l’evento estivo promosso dalla Fondazione Carnevale di Putignano che fra fine giugno e l’inizio di luglio ha animato la città, una nuova possibilità di ammirare le opere in cartapesta grazie alla presenza di uno spazio dedicato aperto e sempre fruibile.

murale artistico dedicato al carnevale1-2

Fino a fine settembre sette maestose sculture in cartapesta animano il cuore di Putignano, attorno al borgo antico del paese, e sono già numerosi i turisti presenti in Puglia che fanno tappa nella cittadina a sud di Bari per ammirarle. Una passeggiata fra le installazioni che si trasforma in una scoperta delle tradizioni e della cultura di Putignano legata al carnevale. Ogni opera è infatti interattiva e grazie ad un QR-Code i visitatori possono accedere a contenuti di approfondimento in doppia lingua (italiano e inglese). Per ogni installazione si può scoprire quindi il significato profondo che si cela dietro le interpretazioni artistiche dei maestri della cartapesta, chiamati dalla Fondazione a dare forma e colore al “carnevale che ci manca”, e a dettagli storici, culturali e aneddoti del territorio legati alla tradizione carnevalesca e alle sue origini. Ai visitatori si offre la straordinaria occasione quindi di fare una passeggiata nella bellezza e nella cultura del luogo.

Murale artistico dedicato al carnevale-2

Si va componendo, inoltre, anche un museo a cielo aperto attorno alle Botteghe della Cartapesta che fra pochi giorni ospiteranno altre due installazioni create nell’ambito della manifestazione “cArte e Maschere”. Un’area, questa, che ha appena dato il benvenuto al grande murale artistico dal titolo “Il corteo di Carnevale” realizzato dai giovani writer Davide Curci e Stefano Bora. Questo nuovo ecomuseo sarà inaugurato ufficialmente la prossima settimana e nell’occasione sarà presentato il programma di visite guidate e attività laboratoriali per famiglie che animeranno il luogo durante l’estate.

Le sculture in cartapesta raffiguranti Farinella, messe in mostra durante l’evento cArte e Maschere, il 3 agosto prossimo saranno a Turi come scenografia di “Ti racconto Rigoletto”, opera con la straordinaria regia di Giandomenico Vaccari e la partecipazione dell’Orchestra Filarmonica Pugliese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette maestose sculture in cartapesta animano il cuore di Putignano: un museo a cielo aperto già meta di turisti

BariToday è in caricamento