← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Abbandono rifiuti sulla provinciale Ceglie- Adelfia

S.Prov. n. 21 Ceglie Adelfia · Adelfia

Invio in allegato due foto da me scattate a cumuli di rifiuti depositati lungo le strade provinciali n. 183 e 21 che collegano Ceglie a Adelfia, da me percorsa di recente con un trevigiano che, educatamente, ha guardato ma non ha commentato. La foto si commenta da sola. Come è possibile lasciare per mesi cumuli di rifiuti a marcire lungo la strada? Ugualmente potrei inviare foto delle strade che circondano i comuni di Valenzano, dove risiedo, e di Adelfia dove vengono puntualmente abbandonate buste di rifiuti. Per non parlare delle campagne. E' uno scandalo e una dimostrazione di inciviltà dellei comunità e degli amministratori comunali. Ho notato che in qualche occasione si provvede a rimuovere i rifiuti, ma evidentemente non è sufficiente perchè subito ricompaiono. Occorre sradicare l'abitudine con una seria azione repressiva di tali condotte. Perchè le nostre strade, gli svincoli, le cunette, sono piene di rifiuti? Perchè le autorità comunali non fanno nulla per dissuadere i "cittadini" incivili dall'abbandonare rifiuti lungo le strade o non li sanzionano duramente facendo appositi accertamenti? Perchè i comandanti della polizia urbana non provvedono a fare in modo da scoprire i trasgressori e infliggere loro sanzioni pecuniarie esemplari? Non è difficile: dal piazzare qualche telecamera fino a frugare dentro le buste dei rifiuti per identificare i responsabili di tali comportamenti incivili. Devono essere i cittadini ad insegnarvi il mestiere di amministratori e dirigenti responsabili dei servizi pubblici? C'è qualcosa che si nasconde dietro questa strana inefficienza? Chiedo ai mezzi di informazione di sostenere la battaglia culturale che conducono i cittadini, gli amministratori ed i dirigenti seri che si curano della propria comunità e non riescono a "fare finta di niente".

Grazie

Segnalazioni popolari

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
BariToday è in caricamento