← Tutte le segnalazioni

Disservizi

L'Inps al servizio del cittadino?

In questi ultimi venti giorni ci stanno incessantemente bombardando con varie pubblicità progresso pagate dai vari Ministeri con i soldi del cittadino. Una di queste riguarda il fenomenale lavoro del sito dell’INPS che si conclude con la famosa frase “ce la faremo”…. Infatti ce la faremo!... ad essere presi in giro per l’ennesima volta. Spiego. Provate a telefonare in questi giorni ai numeri dei vari reparti , ad esempio quelli che dovrebbero ricevere con fax eventuali rinunce momentanee alle visite della commissione invalidi civili della ASL di Bari, inviate in piena emergenza e che indicano quali giorni di visita questi che stiamo attraversando (impossibile ovviamente muoversi in questo periodo soprattutto per persone anziane e disabili) 080.5842367…. Numeri ai quali si dovrebbe e si potrebbe almeno inviare un fax e che invece risultano sempre liberi. Questo è il servizio dell’INPS, altro che la pubblicità pagata con i nostri soldi! La gente lasciata nell’abbandono più totale e soprattutto in momenti psicologicamente difficili come questi! Grazie INPS. Grazie soprattutto alla Commissione Invalidi civili di via Appulo 21 che in data 21 Febbraio scorso, e cioè in pieno inizio di pandemia, invia lettere per visite da espletare al 23 Marzo indicando proprio quel numero di telefono al quale eventualmente inviare un fax di impossibilità alla visita. La domanda ulteriore è: ma nel 2020 nella nostra grande INPS locale, nessuno ad esempio conosce l’uso della posta elettronica!? Stiamo ancora all’utilizzo del fax!? Da caverna...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento