← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Molfetta, cartelloni pubblicitari luminosi che disturbano la viabilità.

Piazza Giuseppe Garibaldi 13 · Molfetta

La comunicazione pubblicitaria visiva può interessare chiunque però che non disturbi l’automobilista che attraversa Piazza Garibaldi (villa comunale) e prosegue attorno alla stessa o impegni corso Dante. In questi mesi fa mostra di sé un cartellone luminoso posto sulla facciata laterale di un edificio che di sera e nelle ore notturne riporta le più disparate informazioni che riguardano una nota cooperativa di credito locale ex banca di Molfetta. È chiaro però che se tale tipo di segnalazioni vengono poste su intersezioni possono naturalmente ingenerare distrazione fra gli utenti della strada con gravi rischi per la circolazione stradale. Non è raro, infatti, che alcuni sinistri avvenuti nei pressi dei cartelli in questione siano riconducibili alla distrazione del conducente che si era messo a leggere quanto indicato sui pannelli. Ci si chiede, dunque, se sia legittima o meno l’installazione e a che distanza minima dagli incroci, intersezioni e rondò devono essere collocati? Secondo quanto dettato dal CdS entro i centri abitati ed entro i tratti di strade extraurbane per i quali è imposto un limite di velocità non superiore a 50 km/h il posizionamento è autorizzato nel rispetto della distanza minima di 50 metri prima degli impianti semaforici e delle intersezioni lungo le strade urbane di scorrimento e le strade urbane di quartiere [lettera a) del 4° comma], di 30 metri prima degli impianti semaforici e delle intersezioni lungo le strade locali [lettera b) del 4° comma] e di 25 metri dopo gli impianti semaforici e le intersezioni [lettera c) del 4° comma]. Al di là di questo si evidenzia come questi cartelloni, così come quelli pubblicitari, siano comunque assai pericolosi se posti sui luoghi suddetti. Per tale ragione l’amministrazione comunale e l’assessorato di competenza intervenga per porre rimedio eliminando tali installazioni nei tratti di strada indicati per evitare il perpetrarsi di rischi per la sicurezza stradale per pedoni e automobilisti e di spostarli in tratti non pericolosi e non troppo vicini alla vista degli utenti della strada anche perché in caso di sinistro il proprietario dell’installazione e nonché l’amministrazione locale può essere chiamata indirettamente in causa per ostacolo alla visibilità della strada interessata.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento