rotate-mobile
social

Fra lettura e socialità, sul tetto di un palazzo a Bari Vecchia un silent reading party: "Trecento in attesa per l'evento"

L'appuntamento è organizzato dal Collettivo Bandelle, con la missione di diffondere l'amore per i libri attraverso nuovi canoni. L'organizzatrice Ilenia Caito racconta l'esperienza a BariToday: "Puntiamo a coinvolgere non solo gli appassionati, ma soprattutto chi vuole scoprire la bellezza del leggere"

La bandella, nel gergo editoriale, è il risvolto della sovraccoperta del libro, in cui sono date di solito notizie sull'autore e giudizi sull'opera. Un gruppo di appassionate e appassionati della lettura ha deciso di utilizzare il termine evocativo per chiarire gli intenti della loro avventura, improntata a far cresce l'amore per le opere scritte. Da queste origini sorge dunque il Collettivo Bandelle, che sta lanciando a Bari un nuovo modo di condividere la lettura, cambiando i paradigmi che hanno retto per decenni celebri 'gruppi di lettura'. La novità è rappresentata dai silent reading party, che in città sta già riscuotendo grande successo. Ne abbiamo parlato con Ilenia Caito, ideatrice del progetto e fondatrice, insieme ad altri appassionati del libro, del Collettivo Bandelle.

La nascita di Collettivo Bandelle

"Collettivo Bandelle è nato all'interno dell'esperienza dei gruppi di lettura che io conduco da 2 anni a Bari - racconta a Baritoday Ilenia Caito - Ho iniziato l'anno scorso, prima lo facevo a Milano perché vivevo nel capoluogo lombardo. All'inizio siamo partiti con un incontro al mese, nel giro di poco tempo gli incontri sono diventati 4 e quest'anno sono 8 al mese (tutti a Bari, tranne uno a Bisceglie). Alcune delle persone che frequentano gli incontri sono le stesse dall'anno scorso, continuano a frequentarsi da settembre 2022. Hanno cosi iniziato a conoscersi un po' meglio e hanno scoperto questa affinità per la lettura, questa passione per i libri".

L'entusiasmo dei primi eventi si è tramutato in forza propulsiva per la creazione del gruppo. "Io organizzo altri eventi e festival sulla lettura. Sulla scia di questi appuntamenti che organizzavo da sola, alcune di queste persone assidue frequentatrici hanno iniziato a chiedere se avessero potuto aiutarmi, se avessero potuto anche loro organizzare qualcosa - spiega Caito - Le ho messe intorno a un tavolo ed è nato Collettivo Bandelle. Nelle riunioni ci siamo raccontati e abbiamo capito che tipo di eventi volessimo organizzare insieme. Partecipiamo in circa venti persone agli incontri organizzativi di Collettivo Bandelle. Nel primo evento che abbiamo organizzato la presenza è stata molto vivace. In maggioranza siamo donne (ma ci sono anche uomini), con una composizione variegata: all'interno di Collettivo Bandelle si parte da un'età di 23 anni fino anche ai 65, è una forbice abbastanza ampia".

Ilenia Caito

I silent reading party 

"Il primo silent reading party l'ho organizzato da sola a marzo scorso, il secondo lo stiamo organizzando insieme - dichiara Ilenia Caito - L'evento di marzo si era svolto in un atelier e prevedeva la partecipazione di 30 persone, il risultato è stato estremamente positivo. È nata quindi l'idea di riproporre l'evento, ma in una versione più grande: in questa occasione il Collettivo è stato importante perché ognuno si è occupato di un singolo aspetto dell'organizzazione. Il nuovo evento si svolgerà dunque l'11 maggio alle 17.30 sul tetto di Palazzo Verrone, a Bari Vecchia, dove un tempo era situata la galleria d'arte Doppelgaenger. Durante questi appuntamento uniamo la socialità ai libri. A differenza dei gruppi di lettura, in cui l'idea poggia sulla preventiva lettura di uno stesso testo e sul successivo incontro per discuterne, nei silent reading party al centro c'è sempre la lettura, ma in una forma differente: nell'evento dell'11 maggio ci ritroveremo sul tetto alle 17.30, ci sarà un primo momento di convivialità e di condivisione di cibo. Abbiamo stipulato una partnership con Ferdy, un punto vendita di gastronomia locale che fornisce anche alimenti senza glutine (nell'ottica di favorire l'inclusività). La prima fase dell'evento sarà dedicata quindi alla socialità, poi inizieremo a leggere, ciascuno per proprio conto. Ogni partecipante leggerà ciò che desidera, senza obblighi. Per esempio allo scorso silent reading party un partecipante ha portato un testo di preparazione a concorsi, un altro ha letto delle riviste. Non importa cosa si legga, ma è fondamentale che il momento di immersione nel testo sia celebrato con il distacco dal proprio smartphone. Per questa ora di lettura, infatti, chiederemo di lasciare il telefono cellulare in una cesta, in moda da dedicarsi completamente ed esclusivamente al testo. Dopo quest'ora di lettura individuale, ciascuno può, se ha voglia, condividere qualche impressione. Si ritorna, in questa fase dell'evento, alla socialità. Non c'è nulla di obbligatorio, se qualcuno ha voglia di parlare lo può fare".

La terrazza di Palazzo Verrone, a Bari Vecchia

La 'missione' del Collettivo Bandelle

"La finalità che ci muove (e che muove me in particolare per tutti gli eventi che organizzo) è quella di riuscire ad avvicinare più persone alla lettura - sottolinea la fondatrice di Collettivo Bandelle - Organizziamo eventi non convenzionali perché non ci interessa tanto recuperare i lettori accaniti (quelli che già leggono tanto). Ci interessa invece catturare l'attenzione di persone che dicono di 'non aver tempo di leggere', di 'non riuscire a trovare il momento per stare tranquilli a causa dei tanti impegni'. Puntiamo a coinvolgere anche a chi piace leggere riviste, non facciamo nessun tipo di discriminazione purché si legga. L'intento è quello di avvicinare persone che hanno un minimo di curiosità nei confronti della lettura, ma che magari non sono abituate all'attività o hanno bisogno di un supporto che le motivi".

Nuovi eventi in programma

"Stiamo organizzando anche una rassegna che inizierà il 22 maggio e si intitolerà 'I libri degli altri'. Intervisteremo Marcello Introna, Andrea Piva,  Annamaria Ferretti e Licia Lanera, parleremo dei libri che li hanno formati, dei libri che hanno amato e di quelli che hanno odiato, chiederemo loro se hanno dei testi che considerano punti di riferimento anche per il lavoro - annuncia Caito - Gli incontri si svolgeranno nella libreria Feltrinelli di Bari dal 22 maggio al 18 giugno. Io ho partorito l'idea e mi sono occupata dei contatti e dell'organizzazione, il Collettivo Bandelle subentra nella redazione delle interviste. Abbiamo già fatto incontri in cui ci siamo confrontati sugli autori e sui loro libri".

Grande successo di pubblico

"Il silent reading party è già un successo: per l'evento dell'11 maggio abbiamo già 50 persone iscritte e 300 in lista d'attesa - spiega Ilenia Caito - Quindi vorremmo organizzare altri appuntamenti del genere, stiamo verificando anche la possibilità di organizzarli in spazi fuori Bari. Esaminiamo location come Polignano o Conversano, vorremmo spostarci in luoghi che ce lo permettano, non solo sotto l'aspetto degli spazi: l'idea è quella di permettere di vivere questa esperienza di lettura comunque in un posto 'speciale', in modo da unire anche la parte estetica legata al territorio locale. La lettura sarebbe così accompagnata dalla possibilità di accedere ad un panorama che di solito non si può ammirare, o una mostra d'arte".

I piani per il futuro: l'associazione

Il futuro di Collettivo Bandelle è roseo e ricco di novità. "Entro l'autunno, fra settembre e ottobre, ci costituiremo come associazione e stiamo lavorando allo statuto - comunica l'organizzatrice - L'idea è quella di riuscire anche ad essere degli interlocutori anche per le istituzioni, la trasformazione in associazione ci permetterebbe di formulare con maggior peso richieste per l'utilizzo di spazi pubblici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fra lettura e socialità, sul tetto di un palazzo a Bari Vecchia un silent reading party: "Trecento in attesa per l'evento"

BariToday è in caricamento