Domenica, 1 Agosto 2021
social

'Solstitium', la magia fatta di luce e pietra nella Cattedrale di Bari: nel primo giorno d'estate si ripete il rito immutato da secoli

Un fenomeno che accomuna la Cattedrale di Bari ad altre chiese romaniche costruite in Europa nello stesso periodo: nel giorno del Solstizio d'estate l'incanto del Sole nella chiesa di Bari

Alle ore 17.06, la luce del sole attraversa il rosone della facciata proiettandosi sul mosaico in marmo posto ai piedi dell’altare, crea un mistico e irripetibile spettacolo: è la piccola magia fatta di luce e pietra, un rito che si ripete immutato da secoli nella Cattedrale di Bari.

Il 21 giugno, giorno che segna l'inizio d'estate, chiamato appunto Solstizio d'estate, la luce che filtra attraverso il rosone si proietta sul pavimento, andando a combaciare con il rosone musivo posto ai piedi dell'altare.

E' un fenomeno che accomuna la Cattedrale di Bari ad altre chiese romaniche costruite in Europa nello stesso periodo (XI-XII secolo) e che è dovuto alla posizione in cui fu costruita la Chiesa.

Come ogni anno (prima delle restrizioni dovute alla pandemia) tutto questo avviene sotto gli occhi dei numerosi fedeli, curiosi e turisti all'interno del monumentale edificio religioso del borgo antico. Tra musica, brani d'organo e canti, alle 17 circa il fascio di luce che entra dal rosone della facciata proietta il suo disegno sul rosone pavimentale della navata centrale, frutto della maestria di chi progettò e costruì lo storico monumento, facendo coincidere perfettamente i due motivi ornamentali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Solstitium', la magia fatta di luce e pietra nella Cattedrale di Bari: nel primo giorno d'estate si ripete il rito immutato da secoli

BariToday è in caricamento