social

Solstizio d'estate, inizia ufficialmente la bella stagione: le curiosità sul giorno con più ore di luce

Questo anno inizia alle 22:51 (ora italiana) e parte finalmente l'estate astronomica, un giorno di festa ricordato nell'antichità con riti magici e pagani

Possiamo ufficialmente dire che l'estate arriva con il solstizio d'estate, l'esatto momento in cui il Sole raggiunge il punto di declinazione massima, o minima, nel suo moto apparente lungo l'eclittica. Ma esiste anche un solstizio d'inverno oltre a quello estivo: rispettivamente il giorno più corto e più lungo dell'anno. 

Solstizio d'estate

Il solstizio d'estate quest'anno è giovedì 20 giugno alle 22:51 ore italiane, giorno con più ore di luce nell'emisfero boreale: circa 15. Un solstizio che avviene in anticipo negli ultimi 228 anni, dal 1796. 

Nell'arco degli anni, il numero di ore di luce si è ridotto a causa dell'impercettibile rallentamento della rotazione terrestre, dovuto alle forze di marea esercitate dalla Luna.

Un rallentamento che però è contrastato da fattori geologici, come lo scioglimento delle calotte polari, che danno alla Terra una lieve accelerata. Il solstizio d’estate più lungo risale al lontano 1912. Nell'emisfero boreale, il solstizio di giugno si verifica quando il Sole "viaggia" lungo il suo percorso più settentrionale nel cielo.

Curiosità e riti magici

Da sempre il solstizio d'estate è un giorno di festa, nell'antichità legato anche a riti magici e pagani. Un giorno in cui ringraziare e ingraziarsi Madre Terra. E la storia racconta che i festeggiamenti erano spesso accompagnati da fuochi purificatori, per scacciare le tenebre celebrando il 'bene'. Lo si faceva bruciando vecchie erbe e ballando intorno al fuoco.

Spesso i riti pagani si intrecciano con la figura di San Giovanni Battista: i festeggiamenti del Santo cadono il 24 giugno, e i riti del solstizio vogliono che si raccolga un mazzetto porta fortuna, formato dall'iperico, l'artemisia o cintura del diavolo, la ruta, la mentuccia, il prezzemolo, il rosmarino, l'aglio e anche la lavanda.

Il solstizio a Stonehenge

Ed ogni anno migliaia di persone si riuniscono a Stonehenge, un sito neolitico che si trova vicino ad Amesbury, nello Wiltshire, in Inghilterra, per festeggiare il solstizio d'estate: in questo giorno infatti, un raggio di Sole passa attraverso il trilite (struttura in pietra) e cade sull'altare del sito archeologico inglese. Per gli antichi era il segno del 'passare' delle stagioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solstizio d'estate, inizia ufficialmente la bella stagione: le curiosità sul giorno con più ore di luce
BariToday è in caricamento