rotate-mobile
social

La festa di San Giovanni a tavola: tradizione e semplicità in pochi ingredienti

La tradizione che festeggia San Giovanni: un tripudio di sapori realizzato con ingredienti poveri e genuini

Ci sono piatti della tradizione popolare che segnano il passaggio dalla Primavera all' Estate, ricette dagli ingredienti insostituibili e di provenienza locale che da sempre si mangiano così: dai fumanti piatti di 'minuicchij' alla ricotta marzotica ai vermicelli alla 'sangiuannidde', con pomodorino e capperi. Quest'ultimo, dal gusto forte e deciso delle acciughe ben si sposa con la dolcezza dei pomodorini ciliegini freschi di stagione che bilanciano in maniera armoniosa il sapore finale del piatto. Semplicissimo da preparare ma soprattutto con pochi ingredienti.

E' consuetudine cucinarli il 24 giugno ma molti preferiscono fare la vigilia, quindi il 23 giugno, magari a cena, tra amici, in campagna o al mare, per poi godersi la freschezza della brezza serale. I 'minuicchij e gli spaghetti alla San Giuannin, o San Giuanniddde (in base alle zone e ai dialetti), non rappresentano solo il piatto della tradizionale festa di San Giovanni. Per molti sono il piatto veloce quello “dell’ultimo minuto”, da fare quando si ha poco tempo e quando si hanno in casa solo pochi ingredienti, quelli giusti, per improvvisare appunto un piatto semplice, veloce e gustoso.

La differenza la fa la genuinità dei prodotti che tutti abbiamo generalmente in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa di San Giovanni a tavola: tradizione e semplicità in pochi ingredienti

BariToday è in caricamento