Gli sporcamuss, il dolcetto tipico pugliese che non può mancare in tavola nei giorni di festa

Ad ogni morso è normale sporcarsi il viso, nel dialetto pugliese “ù muss”, da qui il nome del buonissimo dolcetto di pasta sfoglia alla crema

©Foto facebook Marisa Favia

Lo Sporcamuss, detto anche sporcamusi o strusciamuss, è un dolcetto tipico della tradizione pugliese ed in particolare della provincia di Bari. Si presenta con una forma quadrata ed è realizzato con più strati di pasta sfoglia che abbracciano un interno di crema pasticciera o crema diplomatica. Ciliegina sulla torta, uno strato di zucchero a velo cosparge la superficie del dolce donandole un aspetto bianco ed innevato.

Molto simili ad una millefoglie, devono il loro nome al fatto che ad ogni morso è normale sporcarsi il viso, nel dialetto pugliese altresì detto “ù muss”. Non un difetto ma una caratteristica fondamentale di un dolce che ormai è entrato nelle tradizioni culinarie regionali, tipicamente presente in ogni casa durante le feste, servito ancora caldo o freddo in base alle preferenze, a fine pasto o come dolce pomeridiano è l’ideale per accompagnare un vero momento di relax.

Ingredienti per l'impasto

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • zucchero q. b.
  • zucchero a velo q. b.

Ingredienti per la farcitura

  • 2 uova (tuorli)
  • 170 ml latte
  • 54 g zucchero
  • 20 g maizena (amido di mais)
  • ½ baccello vaniglia
  • 100 ml panna fresca
  • 25 g zucchero a velo

Come si preparano

Per realizzare gli Sporcamuss iniziate preparando la crema pasticciera. Lavorate a lungo i tuorli d’uovo con lo zucchero con le fruste di uno sbattitore elettrico o di una planetaria fino ad ottenere una crema densa. Ponete il latte sul fuoco aggiungendovi il baccello di vaniglia con i suoi semini opportunamente raschiati con un coltello e lasciate il tutto in infusione per una decina di minuti.

Eliminato il baccello aggiungete il latte alla crema precedentemente ottenuta. Aggiungete la maizena e lavorate ancora con le fruste dello sbattitore fino ad ottenere una crema priva di grumi. Versate poi il risultato in una pentola dal fondo spesso e ponetela sul fuoco continuando a mescolarla con una frusta a mano e lasciandola addensare. Una volta raggiunta la giusta densità versate la crema risultate in una terrina, copritela per bene e attendete che si raffreddi. Montate la panna con lo zucchero a velo e amalgamatela piano alla crema fredda.

Stendete per bene il rotolo di pasta sfoglia da voi creata e ricavatene una serie di quadrati con un coltello, per ottenere dieci dolcetti occorre tagliare venti quadrati. Bucherellate i quadrati con le punte di una forchetta e spolverizzatevi su dello zucchero. Infornatele per 10 o 15 minuti in un forno preriscaldato a 180° C fino a doratura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Fonte Puglia.com)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento