rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
social

Giornata Mondiale della Pizza: dall'origine della festa alla ricetta perfetta

Nel giorno di Sant'Antonio Abate si rende omaggio a sua maestà 'la pizza' in tutto il mondo.

Protagonista delle tavole in tutto il mondo, su di essa sono stati scritti libri, divenuta simbolo dell'Italianità e poi anche oggetto di mille sperimentazioni, tonda, in teglia, napoletana o sottile 'alla barese': è sua maestà la pizza.

Come ogni anno, il 17 gennaio si celebrà il World Pizza Day, un giorno da dedicare a questo prodotto gastronomico simbolo del made in Italy, alla sua storia, alle sue declinazioni, alla sua immensa bontà, in grado di mettere sempre d'accordo tutti.

Come riporta anche Il Gambero Rosso, sarebbero "8 milioni le pizze sfornate al giorno in tutta la Penisola, per un totale di quasi 3 miliardi in un anno e un giro d’affari di 15 miliardi. Un movimento economico che supera in tutto i 30 miliardi, stando a quanto riportato dall’indagine Cna agroalimentare".

L'occasione perfetta, quindi, per gustarsela a tavola, sbizzarrendosi in tutti i gusti, a partire dalla classica margherita fino ad arrivare a quelle farcite. 

L'origine del World Pizza Day

Ogni 17 gennaio viene festeggiato il cosiddetto World Pizza Day, il giorno dedicato alla pizza. Perché proprio in questo giorno? Il motivo è religioso. Il 17 gennaio, infatti, è la data scelta in onore di Sant'Antonio Abate, patrono dei pizzaioli. Questa ricorrenza, tra le preferite dagli italiani, è nata nel 2017 ed è quindi molto recente: è stata istituita dopo il riconoscimento "L’Arte tradizionale del pizzaiuolo napoletano", che è entrato nel patrimonio culturale dell'umanità dell'Unesco. Un evento che ha fatto sì che la pizza meritasse una sua giornata dell'anno per essere celebrata a dovere da tutti, in Italia ma anche all'estero. 

Pizza fatta in casa

Per gli amanti del 'fatto in casa' vi suggeriamo la ricetta per preparare la pizza buona come quella che troviamo in pizzeria, una ricetta di base semplice che si prepara con pochi ingredienti e che si può guarnire con gli ingredienti che si preferiscono. Inoltre, questa ricetta è alla portata di tutti, e ti permetterà di ottenere una pizza alta e soffice senza dover utilizzare la planetaria o l'impastatrice,.
Prima di iniziare ecco due consigli:

  • se vuoi preparare della pizza in teglia alta, soffice e senza un impasto che richieda lunghi tempi di lievitazione utilizza il lievito di birra disidratato istantaneo, che si attiva aggiungendo 2 cucchiaini di zucchero;
  • per un risultato perfetto, prova con il metodo della doppia cottura, cuocendo la pizza in prima battuta per pochi minuti sulla piastra e poi nel forno ad altissima temperatura. 

Ingredienti

  • 500 g farina 00 oppure metà manitoba e metà 00
  • 400 ml di acqua
  • 3 gr di lievito di birra fresco o 1,5 gr di lievito di birra disidratato istantaneo
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 50 ml di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di sale

Procedimento

  • Per prima cosa, prepara l'impasto unendo la farina manitoba con la farina 00 (in alternativa, puoi utilizzare solo la farina 00), aggiungi il lievito e mescola il tutto.
  • In un'altra ciotola, che deve essere capiente e con i bordi abbastanza alti, versa l'acqua tiepida e aggiungi l'olio d'oliva, quindi mescola e incorpora la farina una manciata alla volta. Una volta utilizzata metà della farina prevista, aggiungi un cucchiaio di sale, mescola e finisci di aggiungere la farina restante, sempre una manciata alla volta. 
  • Al termine di questo procedimento otterrai un impasto denso ed appiccicoso: coprilo con la pellicola e lascia lievitare in luogo caldo fino al raddoppio del volume (circa 2 ore).
  • Trascorso il tempo di lievitazione, prendi una teglia 35x35 cm, oppure la placca del forno e ungila con abbondante olio di oliva, poi versa l'impasto e, con le mani ancora unte di olio, allargalo per distribuirlo su tutta la teglia.
  • Se hai deciso di preparare una pizza a base rossa, dopo avervi aggiunto sale, olio e spezie a piacere, versa la salsa di pomodoro tiepida sull'impasto e lascia lievitare ancora 10 minuti; in caso contrario aggiungi gli ingredienti scelti (ricorda però che la mozzarella va aggiunta solo a 5 minuti dalla fine della cottura!) e inforna la pizza, che dovrà cuocere per circa 25 minuti a 210°C in forno statico o a 200°C in forno ventilato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale della Pizza: dall'origine della festa alla ricetta perfetta

BariToday è in caricamento