menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per 60 giorni con capi a prezzi vantaggiosi: a Bari apre il temporary store Citymoda per vincere la crisi e aiutare i cittadini

Lo store aperto da oggi in centro, pensato sia per vincere la crisi che per dare la possibilità di acquisti a minor costo per la clientela

Nel primo giorno di zona arancione per la Puglia e con la consequenziale riapertura delle attività commerciali non primarie, nel centro di Bari ha inaugurato il temporary store del marchio Citymoda, come metodo per smaltire le rimanenze dei magazzini e provare così a superare il difficile periodo di crisi economica, dando, allo stesso tempo, un’occasione ai cittadini di poter acquistare capi di abbigliamento a prezzi vantaggiosi.

Questa scelta – ha spiegato Marilù Fiore, responsabile marketing di Citymoda - è stata dettata dalla volontà di superare con le nostre forze un anno veramente burrascoso per le aziende. A seguito di un netto calo del fatturato e maggiori rimanenze in magazzino, abbiamo pensato a una soluzione che aiutasse noi, ma che andasse anche incontro a tutti, visto che non siamo gli unici ad aver sofferto in questo periodo di emergenza”.

Il nuovo negozio del centro di Bari sarà attivo per 60 giorni e avrà al suo interno i capi d’abbigliamento della collezione primavera-estate 2020, uomo, donna e bambino, dei top brand gestiti. Dopo il periodo prestabilito, il temporary store cambierà impostazione e diventerà un nuovo punto vendita dell’azienda. L’idea di investire in questo periodo di crisi è una costante nella filosofia di Giancarlo Fiore, titolare e fondatore dell’azienda, che in 13 mesi ha aperto 3 nuovi store, 1 a Surano (LE), e 2 a Bari, precisamente nel parco commerciale Santa Caterina e nel centro città. Da novembre però Citymoda ha dovuto chiudere 3 dei suoi 6 punti vendita nei weekend, momento di maggiore vendita nell’arco della settimana, per via di un DPCM che ha equiparato centri commerciale (strutture al chiuso) ai parchi commerciali (negozi all’aperto). Poi, nelle ultime settimane di zona rossa, ha potuto alzare le saracinesche solo per i beni di prima necessità, ovvero reparto bambino e intimo uomo e donna.

Dopo la chiusura delle attività presenti nei parchi commerciali, abbiamo scelto di insediarci nel centro urbano, sebbene con una formula diversa da quelle solite, caratterizzate da grandi metrature. In questo modo però, a seguito dell’esperienza delle limitazioni negli spostamenti in base alle zone, diamo la possibilità ai nostri clienti di non doversi necessariamente spostare fuori dal comune o comunque prendere l’automobile per raggiungerci. Tra l’altro il nostro temporary store sarà di supporto agli altri punti vendita per ritiro di acquisti online e ordinazioni di merce non presente nel negozio”. 

Buona l’affluenza della prima giornata di apertura, che ha attestato quanto sia stata apprezzata dalla gente, che passeggiava nel centro di Bari, questa iniziativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento