Martedì, 27 Luglio 2021
Earth Day Italia

Dal report del WWF “Riutilizziamo l’Italia”, il recupero delle aree dismesse del barese

Le aree dismesse e gli edifici abbandonati del territorio di Bari sono l'11% del suolo totale

Il WWF con la Campagna RiutilizziAmo l’Italia propone la realizzazione di un progetto che susciti la partecipazione popolare, ed un vero movimento culturale, in cui la cittadinanza diventa parte attiva a difesa dei beni comuni: ambiente, salute e paesaggio. Al cittadino è richiesta la segnalazione, attraverso laboratori territoriali del WWF, di idee, proposte e progetti creativi che consentano di recuperare l’enorme quantità di edifici inutilizzati, o completamente abbandonati che potrebbero in realtà rappresentare una risorsa. A questo scopo il WWF ha svolto un vero e proprio censimento raccogliendo sul tutto il territorio nazionale 575 segnalazioni di edifici o aree dismesse da recuperare.

Il team della Professoressa Francesca Calace del Poitecnico di Bari, ha analizzato la situazione del capoluogo pugliese.  Lo studio del territorio cittadino ha permesso di delineare, sia la situazione urbanistica reale in cui verte Bari, sia di avere dati da confrontare con altre città della stessa grandezza. La mappatura incrociata effettuata direttamente sul territorio e attraverso strumenti innovativi come Google Earth e Google Street View, ha permesso di avere un quadro importante della situazione in cui vertono edifici in disuso e aree abbandonate. Ben 25.120.551 mq del barese sono occupati da edifici dismessi o cosiddette aree antropizzate vuote, ovvero destinate a nuove strutture, ma non ancora realizzate. 
Lo scopo dello studio è far conoscere queste situazioni e rimuovere queste criticità.

Per farlo occorre innanzitutto promuovere usi temporanei e reversibili dei vari edifici, diminuendo i tempi per la realizzazione di opere pubbliche, che protraendosi nel tempo spesso creano dei veri e propri ecomostri.
La vivibilità delle città e lo sviluppo delle stesse non può prescindere dal recupero di questi edifici e queste aree, che spesso si presentano come delle vere ferite nelle nostre città che hanno necessità di spazi e luoghi che tendino alla concretizzazione del concetto di Smart City.  Per questo l’attivismo del cittadino è un veicolo importante per accendere l’attenzione su queste tematiche spesso sottovalutate dalle politiche dei vari enti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal report del WWF “Riutilizziamo l’Italia”, il recupero delle aree dismesse del barese

BariToday è in caricamento