Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Bari-Grosseto 1-0 | Galletti all'ultimo respiro: decide Fedato al 94'

Un gol di Fedato al 94' permette al Bari di piegare all'ultimo respiro il Grosseto. Vittoria soffertissima per i galletti nonostante metà partita giocata in superiorità numerica a cui si aggiunge un rigore sbagliato da Caputo

E' una vittoria all'ultimo respiro quella che il Bari si porta a casa nell'inconsueto turno di campionato giocato nel giorno di Santo Stefano: i galletti, infatti, piegano di misura un volenteroso Grosseto al San Nicola grazie ad un gol di Fedato arrivato al 94'. Per i biancorossi tre punti soffertissimi arrivati solo sul gong nonostante i favorevoli episodi arbitrali che hanno portato all'espulsione di un giocatore toscano nel finale di primo tempo e alla concessione di un penalty, poi fallito da Caputo. Con questo successo la compagine di Torrente sale a quota ventitre punti e inizia a riallontanarsi dalla zona calda di classifica in attesa dell'ultimo impegno del 2012, fissato per domenica 30 dicembre sul campo del Cittadella.

IL MATCH - Il Bari prova a fare la partita ma per più di un quarto d'ora non si vede nessuno spunto degno di nota. Il primo a scuotersi dai torpori natalizi è Galano che al 16' va via in serpentina a destra e mette dal fondo un pallone da spingere in rete sul quale, però, arriva per primo un difensore maremmano che può così spazzare l'area grossetana. La risposta degli ospiti arriva al 21' con una conclusione dai venticinque metri di Calderoni intercettata bene in tuffo da Lamanna. Il Bari non riesce ad alzare i ritmi, il Grosseto prende campo e al 23' i toscani si fanno vedere nuovamente dalle parti di Lamanna con una potente punizione di Jadid respinta con i pugni dal numero uno dei galletti. I maremmani si difendono con ordine e, quando possono, pungolano Lamanna come al 36' quando Barba, su azione di calcio da fermo, chiama all'intervento il portiere biancorosso con un colpo di testa centrale. La partita vivacchia ma un inaspettato 'coup de théatre' arriva nel finale del primo tempo: Caputo va via in tunnel a Padella il quale stende l'attaccante altamurano. Il difensore del Grosseto, già ammonito, si vede sventolare il secondo giallo da Di Paolo lasciando i suoi in inferiorità numerica. All'intervallo, quindi, dopo un primo tempo molto deludente, le squadre si trovano sullo 0-0 con il Bari che, però, giocherà i secondi quarantacinque minuti in superiorità numerica.

La ripresa comincia inevitabilmente con il Bari che preme sull'acceleratore e al 53' Lanni deve compiere un miracolo su un calcio di punizione di Bellomo indirizzato all'incrocio dei pali. Al 56' episodio molto dubbio in area di rigore grossetana: Caputo va giù in seguito ad un presunto contatto con Jadid e l'arbitro Di Paolo concede un penalty che sembra piuttosto generoso. I giocatori toscani si infuriano con il capitano biancorosso il quale, dal dischetto, si fa parare il rigore da un Lanni in stato di grazia. L'episodio dà coraggio al Grosseto che soffre poco e inizia anche a rendersi pericoloso come al 70' quando l'ex Crimi, sugli sviluppi di un calcio piazzato, ci prova dal limite sfiorando il palo alla destra di Lamanna. Un minuto dopo grandissima occasione per Fedato: l'attaccante veneziano supera sulla trequarti Jadid ma poi, dal limite, strozza troppo il destro mettendo al lato da ottima posizione. I galletti fanno fatica a pungere e solo all'80' si rivede un tentativo dei biancorossi con Bellomo che si libera al limite ma di destro conclude al lato. Decisamente più pericoloso all'86' Polenta: su azione d'angolo, l'uruguaiano colpisce al volo di sinistro sul secondo palo trovando ancora una volta l'opposizione di un super Lanni che chiude in angolo. Il Bari aumenta i ritmi per l'assedio finale e all'89' Galano parte in percussione saltando in serie Curiale, Jadid e Rigione e arrivando fino al limite dell'area grossetana. L'attaccante biancorosso calcia col sinistro in modo potente ma centrale con Lanni che non si fa sorprendere. Al 92', poi, Visconti ci prova dal limite trovando una conclusione debole e centrale facilmente controllata da Lanni. Quando sembra che lo 0-0 sia ormai scritto, all'ultimo respiro il Bari porta a casa i tre punti: al 94' Caputo si libera in area di rigore e trova un diagonale di sinistro respinto ancora una volta benissimo da Lanni. Sulla ribattuta, però, piomba Fedato che da due passi sigla il suo terzo gol in campionato, un sigillo fondamentale per il Bari che batte il Grosseto sul gong. Il match, quindi, si chiude con il successo dei galletti che con questi tre punti salgono a quota ventitre punti in classifica.

LA SVOLTA DEL MATCH - L'espulsione nel finale di primo tempo di Padella ha fornito la svolta del match. Se, infatti, il Grosseto non fosse rimasto in inferiorità numerica, probabilmente il Bari non sarebbe risucito ad aggiudicarsi l'intera posta in palio visto che i toscani nella ripresa si erano difesi benissimo anche con l'uomo in meno prima di capitolare all'ultimo secondo.

TABELLINO

BARI(4-3-3) - Lamanna; Sabelli(76'Ristovski), Borghese(70'Aprile), Claiton, Polenta; Bellomo, De Falco, Sciaudone(61'Visconti); Galano, Caputo, Fedato. A disposizione: Pena, Altobello, Filkor, Rivaldo. Allenatore: Vincenzo Torrente.

GROSSETO(4-4-1-1) - Lanni; Donati, Barba, Padella, Calderoni; Ronaldo(59'Lanzafame), Curiale, Crimi, Foglio(45'Rigione); Jadid; Lupoli(75'Som). A disposizione: Franza, Calderoni, Obodo, Bonanni. Allenatore: Leonardo Menichini.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

Marcatori: 94'Fedato

Espulsi: 42'Padella(G)

Ammoniti: Sabelli(B), Padella(G), Jadid(G), Fedato(B), Visconti(B)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari-Grosseto 1-0 | Galletti all'ultimo respiro: decide Fedato al 94'

BariToday è in caricamento