Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Cittadella-Bari 1-1 | Galletti brutti e fortunati: il pari è oro colato

Dopo un match giocato malissimo, il Bari esce indenne dal Tombolato di Cittadella. I galletti vengono salvati da Lamanna, da un errore arbitrale e da un regalo del portiere ospite Cordaz. In gol Maah e Bellomo

Un Bari decisamente brutto chiude il suo 2012 con un pareggio sul campo del Cittadella: al Tombolato, infatti, finisce 1-1 fra granata e biancorossi dopo una gara dominata dall'undici di Foscarini nonostante un Bari in superiorità numerica per più di metà gara. A salvare i galletti sono stati Lamanna, autore di tre interventi decisivi, l'arbitro Pasqua, eccessivo in occasione dell'espulsione dei veneti, e il numero uno ospite Cordaz, autore di una papera enorme nell'azione del pari di Bellomo. Con questo pareggio i galletti arrivano a quota ventiquattro punti restando sempre a metà classifica.

IL MATCH - L'avvio di gara è equilibrato con il Cittadella che prova a fare la partita e Bari pronto a pungere sulle ripartenze. Nonostante l'equilibrio sostanziale, però, alla prima occasione del match la gara si sblocca: al 13' Maah riceve palla sulla sinistra, supera con un tunnel Ceppitelli, evita il ritorno di Sabelli e trafigge Lamanna con un potente rasoterra sul primo palo. Il Bari risente del gol dei patavini e al 17' sempre Maah rischia di trovare il raddoppio: l'attaccante francese, servito in piena area di rigore biancorossa, si ritrova a tu per tu con Lamanna, bravo a chiudere sul giocatore granata in uscita bassa. Due minuti dopo il Bari si fa vedere per la prima volta dalle parti di Cordaz: dopo una veloce ripartenza, un cross da destra premia l'inserimento di Defendi il quale prova di prima intenzione a centrare il bersaglio grosso ma la mira del centrocampista dei galletti è troppo alta. L'undici di Torrente prova ad aumentare i ritmi e al 26' Caputo fa da sponda per Romizi il quale dal limite lascia partire un destro secco ma troppo centrale che diventa facile preda di Cordaz. Il Bari, nonostante il maggior possesso palla, resta piuttosto sterile mentre il Cittadella è pericolosissimo ogni volta che riparte come al 36': un indiavolato Maah, lanciato in profondità da Schiavon, dribbla senza problemi Claiton in area di rigore e calcia rasoterra trovando nuovamente la pronta risposta di Lamanna che mantiene a galla i biancorossi. Una mano involontaria al Bari la dà al 41' l'arbitro Pasqua che sancisce con un secondo giallo esagerato una presunta simulazione di Paolucci in area di rigore biancorossa. I galletti prendono coraggio e prima della fine di frazione costruiscono la loro più ghiotta palla gol: su un cross di Bellomo, Iunco fa da sponda di testa per Caputo il quale, da buona posizione, calcia al volo di sinistro non trovando la porta per pochissimo. Al riposo, quindi, il Cittadella è avanti grazie al bel gol siglato dall'ex Maah.

La ripresa comincia con Ristovski e Galano in campo al posto dei deludenti Sabelli e Claiton e il Bari si riversa sin da subito nella metà campo granata come dimostra l'occasione del 47': Bellomo si libera al limite dell'area e cerca l'incrocio dei pali con un destro a giro sventato in corner dal tuffo provvidenziale di Cordaz. La buona sorte strizza nuovamente l'occhio ai galletti che al 54' trovano il pareggio in modo rocambolesco: su un innocuo cross di Galano, Cordaz si incarta lasciando il pallone fra i piedi di Bellomo che a porta sguarnita sigla il gol dell'1-1. Le amnesie difensive del Bari, però, non accennano a finire e due minuti dopo serve ancora Lamanna per evitare il nuovo vantaggio dei padroni di casa: Vitofrancesco va via a sinistra e serve sul dischetto del rigore Maah il quale calcia a botta sicura trovando, però, ancora l'opposizione del numero uno biancorosso che si accartoccia e blocca. Nonostante l'inferiorità numerica, il Cittadella soffre poco e in più di mezz'ora i galletti riescono a produrre solo un tiro debolissimo di Iunco dal limite mentre, in modo incredibile, al 93' i veneti si divorano il gol vittoria che sarebbe stato meritatissimo: Maah sfugge per l'ennesima volta a Ceppitelli e serve a rimorchio l'accorrente Schiavon il quale supera Lamanna in diagonale ma vede la sfera spegnersi al lato per una questione di centimetri. La gara, quindi, si chiude con un pareggio che per il Bari è oro colato visto l'evolversi del match. La sosta invernale è manna che arriva dal cielo per la compagine di Torrente

LA SVOLTA DEL MATCH - La dea bendata favorevole al Bari ha fornito la svolta del match. I biancorossi, infatti, si sono salvati grazie alle parate di Lamanna, all'ingiusta superiorità numerica e al regalo di Cordaz. Senza qualcuno di questi episodi, con tutta probabilità la compagine veneta avrebbe portato a casa l'intera posta.

TABELLINO

CITTADELLA(4-3-3) - Cordaz; Ciancio, Coly, Pellizzer, Biraghi; Vitofrancesco(90'Gorini), Schiavon, Baselli(84'Devito), Paolucci; Di Roberto(66'Busellato), Maah. A disposizione: Pierobon, Baggio, Branzani, Bellazzini. Allenatore: Claudio Foscarini

BARI(3-4-1-2) - Lamanna; Ceppitelli, Claiton(46'Ristovski), Polenta; Sabelli(46'Galano), Romizi(69'Sciaudone), De Falco, Defendi; Bellomo; Caputo, Iunco. A disposizione: Pena, Borghese, Filkor, Aprile. Allenatore: Vincenzo Torrente.

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Marcatori: 13'Maah(C), 54'Bellomo(B),

Espulsi: 41'Paolucci(C)

Ammoniti: Sabelli(B), Romizi(B), Paolucci(C), Ceppitelli(B), Defendi(B), De Falco(B), Devito(C)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella-Bari 1-1 | Galletti brutti e fortunati: il pari è oro colato

BariToday è in caricamento