Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Livorno-Bari 2-1 | Bari spuntato e senza idee. La sveglia arriva tardi

Un Bari a corto di idee e di soluzioni offensive per oltre un'ora di gioco cade anche a Livorno perdendo per 2-1. La sveglia per i biancorossi, suonata dal primo gol in serie B di Fedato, arriva solo nel finale di match

Il Bari si sveglia tardi a Livorno e, dopo essersi complicato la gara nei primi settanta minuti, cade all'Armando Picchi. Gli amaranto vincono 2-1 grazie alle reti di Dionisi su rigore e Schiattarella che vanificano il primo gol in serie B del giovane Fedato. Tanto il rammarico per i biancorossi, alla loro terza sconfitta nelle ultime cinque gare, visto che i galletti per circa un'ora di partita non hanno praticamente giocato.

IL MATCH - Nonostante i grossi problemi di formazione, il Bari parte forte e dopo circa settanta secondi Galano procura il primo brivido alla retroguardia livornese con una conclusione dal limite ad incrociare che termina di poco alta. Nonostante il buon avvio, l'ennesima amnesia difensiva biancorossa delle ultime partite costa caro ai galletti: al 5' un lancio dalle retrovie di Emerson premia l'inserimento di Paulinho il quale, in area di rigore, anticipa di testa Claiton venendo steso poi in modo ingenuo dalla superflua entrata del difensore brasiliano. Dal dischetto Dionisi spiazza Lamanna ed è subito vantaggio toscano. Il Bari è praticamente senza idee e, con i soli Bellomo e Galano a tentare la giocata risolutiva, non riesce mai a creare pericoli dalle parti di Fiorillo. Di contro il Livorno gioca di rimessa e per circa trenta minuti non si vede più un tiro in porta. A spezzare la noia ci prova al 37' Defendi con un tiro da fuori area sventato in tuffo da Fiorillo mentre due minuti dopo Bellomo cerca il gol di fino con un tiro a giro dal limite che termina alto non di molto. L'ultimo squillo di un brutto primo tempo arriva al 44' quando è Emerson con un calcio di punizione a giro a sfiorare il bersaglio grosso a Lamanna battuto. All'intervallo, quindi, un Livorno premiato da un'ingenuità biancorossa è avanti grazie al penalty di Dionisi.

La ripresa comincia con un Bari volenteroso che al 52' chiama all'intervento Fiorillo con la solita conclusione da fuori, questa volta targata Galano, che chiama al tuffo in corner il numero uno amaranto. Come accaduto nel primo tempo, alla prima accelerazione il Livorno mette a nudo la difesa da horror del Bari e raddoppia: al 58'Paulinho a sinistra si fa beffe di un Ceppitelli troppo molle e dal fondo premia l'inserimento sul secondo palo di Schiattarella il quale, solissimo al limite dell'area piccola, deve solo depositare in rete un tap-in facilissimo che vale il 2-0. Paulinho è incontenibile e al 65' il brasiliano di testa chiama alla risposta Lamanna che alza in corner dopo l'incornata dell'attaccante brasiliano. L'unico che pare provarci fra i galletti è Galano che al 68' calcia nuovamente dal limite di sinistro ma Fiorillo vola ancora a chiudere in corner. Un minuto dopo occasionissima per il Livorno con il solito Paulinho che, lanciato a tu per tu con Lamanna da un preciso filtrante di Luci, centra il numero uno dei galletti in uscita disperata. Quando la partita sembra incanalarsi verso un finale tutt'altro che esaltante, in meno di dieci minuti succede di tutto: al 72' il Bari accorcia le distanze con Fedato, bravo a farsi trovare pronto dopo una ribattuta di Fiorillo su un tiro di esterno sinistro del solito Galano. Tre minuti dopo l'estremo difensore toscano è miracoloso su un colpo di testa a botta sicura di Claiton su azione d'angolo mentre al 79' Remedi è da "record": il giocatore amaranto, entrato in campo una manciata di secondi prima, viene espulso senza aver mai toccato il pallone per un brutto intervento a gamba alta su Filkor. Il Bari va all'assalto dell'area amaranto e l'ultimo sussulto del match arriva al 90' quando Fiorillo è ancora una volta decisivo sull'irreprensibile Galano la cui conclusione dal limite è ancora una volta sventata in corner con un volo plastico dal numero uno toscano. Al triplice fischio di Mariani, quindi, è 2-1 per il Livorno, premiato oltre i propri meriti da un Bari spuntato e senza idee per oltre un'ora di gioco.

LA SVOLTA DEL MATCHL'assetto iniziale disegnato da Vincenzo Torrente ha permesso al Livorno di ipotecare il match nella prima ora di gioco. Con un duo offensivo formato da Iunco e Galano, infatti, i biancorossi non avevano alcun punto di riferimento in avanti e questo ha permesso ai toscani di controllare senza affanni e di pungere in rimessa. Non è un caso, infatti, che la partita abbia cambiato spartito nel momento dell'ingresso di Grandolfo e Fedato, autore del gol illusorio ma, alla fine, inutile ai fini del risultato.

TABELLINO

LIVORNO(4-3-1-2) - Fiorillo; Salviato, Bernardini(74'Meola), Emerson, Gemiti; Schiattarella, Gentsoglou, Luci; Belingheri(79'Remedi); Dionisi(81'Prutsch), Paulinho. A disposizione: Ricciarelli, Piccolo, Bigazzi, Dell'Agnello. Allenatore: Davide Nicola.

BARI(3-4-1-2) - Lamanna; Ceppitelli, Claiton, Polenta; Ristovski(51'Sabelli), Filkor, Rivaldo(60'Grandolfo), Defendi(69' Fedato); Bellomo; Iunco, Galano. A disposizione: Pena, Borghese, Altobello, Aprile. Allenatore: Vincenzo Torrente

Arbitro: Mariani di Aprilia

Marcatori: 6'rig.Dionisi(L), 58'Schiattarella(L), 72'Fedato(B)

Espulsi: 79'Remedi(L)

Ammoniti:  Claiton(B), Rivaldo(B), Sabelli(B), Bellomo(B), Polenta(B), Fiorillo(L)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno-Bari 2-1 | Bari spuntato e senza idee. La sveglia arriva tardi

BariToday è in caricamento