Mercoledì, 4 Agosto 2021
Sport

Bari calcio | Torrente, futuro lontano da Bari

Sembra quasi scontato l'addio del tecnico da Bari per la prossima stagione. Legittima la sua scelta dopo aver lottato contro i guai societari e le difficoltà economiche. A meno che Montemurro non lo convinca.

Uno così andrebbe tenuto stretto. Vincenzo Torrente e il suo futuro. Probabilmente sarà lontano da Bari, anche se mai dire mai. Mai dire mai perchè ci dovrebbe essere un nuovo Presidente e una nuova società, i cui programmi sono ancora oscuri. Un progetto come si deve, volto al futuro e ad una sana programmazione, potrebbe cambiare le carte in tavola.

Vincenzo Torrente non si è sbilanciato, ma le sue recenti parole sanno di addio. Il suo obbiettivo, il suo vero obbiettivo intendiamo, è stato raggiunto. La valorizzazione dei giovani è avvenuta, così come gli si richiedeva. Bari è tornata ad essere una fucina di talenti, come spesso accadeva sino a qualche stagione fa. Peccato solo che pochi siano di proprietà e tanti altri in prestito o comproprietà, ma questo non è certamente un dato imputabile a lui.

Torrente è un pò un orso buono. Fatica a farsi amare sulle prime, ma sa come tenere a bada lo spogliatoio. Poche parole e tanti fatti. Non il massimo nell'era della comunicazione, ma quanto basta per farsi apprezzare e seguire. Lui rimpianti non ne ha, se non uno: quello di non aver mai potuto intraprendere un cammino senza la spada di damocle della penalizzazione.

Certo è che senza quell'handicap il Bari avrebbe potuto lottare per traguardi superiori rispetto alla salvezza. Quali potessero essere di preciso non è dato saperlo, ma di certo superiori, questo sì. Comprensibile e legittima è pertanto la sua aspirazione di disputare una annata senza quel fardello che il Bari ritroverà di sicuro anche la prossima stagione.

Futuro lontano quindi e addio molto molto probabile. Il suo ciclo è finito, a meno che - ripetiamo - Montemurro (se mai arriverà) non gli presenti sul tavolo una offerta allettante che lo convinca a rimanere.

Ripartire, però, può voler dire ripartire da zero e non è detto sia per forza un male. In ogni caso a Vincenzo Torrente va detto un sentito grazie per la professionalità dimostrata e per i modi educati e gentili con cui si è silenziosamente fatto amare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari calcio | Torrente, futuro lontano da Bari

BariToday è in caricamento