Lunedì, 26 Luglio 2021
Sport

Verona-Bari 1-0 | Galletti belli e sfortunati: decide l'ex Lecce Bojinov

Dopo una gara giocata con grande personalità, il Bari di Vincenzo Torrente esce immeritatamente sconfitto dalla trasferta di Verona. A decidere la gara è una rete, siglata a due minuti dal termine, dall'ex Lecce Bojinov

Un Bari sfortunatissimo esce immeritatamente sconfitto dal Bentegodi di Verona: dopo un match ben giocato, soprattutto nella ripresa, i biancorossi cadono per 1-0 a seguito del gol, arrivato nel finale, dell'ex leccese Bojinov che fa felice l'Hellas. Per i galletti è la prima sconfitta in campionato anche se, dopo la grande personalità mostrata oggi, il Bari può guardare con rinnovata fiducia al prosieguo del campionato.

IL MATCH - Dopo una fase di studio, il primo squillo è degli scaligeri e ci vuole subito un super Lamanna per congelare lo 0-0: al 6', sugli sviluppi di un calcio piazzato, Laner lascia partire una bomba dai venticinque metri sulla quale il numero uno biancorosso si distende e respinge. Sulla ribattuta piomba Cacciatore che calcia a botta sicura ma i riflessi felini di Lamanna fanno sì che la conclusione del difensore gialloblu sia sventata in corner. La risposta del Bari non si fa attendere e arriva tre minuti dopo: in seguito ad un batti e ribatti in area veronese, la sfera arriva sui piedi di Bellomo che, nel cuore dell'area di rigore, tira debolmente permettendo a Rafael di bloccare. La partita è vibrante e al 12' gli uomini di Mandorlini hanno un'altra grossa occasione: su corner, Moras stacca più in alto di tutti e incrocia sul secondo palo non trovando il bersaglio grosso per una questione di centimetri. Il Verona è più fluido nella manovra e al 22' ha un'altra occasione: l'ex Rivas punta a sinistra Sabelli, converge al centro e lascia partire un tiro sul primo palo sul quale Lamanna chiude ancora in corner. I biancorossi sentono la pressione ma i gialloblu non sfondano: al riposo fra Verona e Bari è 0-0.

La ripresa parte con Borghese al posto di Claiton e con un Bari più propositivo e i galletti al 51' sfiorano il vantaggio grazie all'eroe dello scorso turno, Nicola Bellomo: il centrocampista barese si libera al limite dell'area e lascia partire un destro a giro sul quale l'immobile Rafael può solo pregare. La fortuna assiste gli scaligeri: la sfera sfiora il palo per una questione di centimetri. La gara è più equilibrata rispetto alla prima frazione e, fino al 60', si vedono solo delle velleitarie conclusioni da fuori area di Galano, Rivas e Sciaudone. Al 63', però, Caputo ha una super occasione per sbloccare il match: Galano illumina per il capitano biancorosso che, dal limite sinistro dell'area piccola veronese, calcia in diagonale. Rafael è, però, bravissimo a distendersi in tuffo e a rispondere presente alla chiamata del bomber biancorosso. Il Bari ora è più pericoloso dei padroni di casa e al 66' è ancora Rafael a dire di no ai galletti: su un cross di Bellomo da destra deviato da Martinho, il portiere brasiliano, infatti, è superlativo ad alzare a mano aperta la traiettoria della sfera, diretta sotto la traversa. La partita cala di tono e, quando sembra affievolirsi definitivamente, arriva la doccia gelata per il Bari: all'88' Cacciatore viene lasciato liberissimo a destra e il terzino gialloblu lascia partire un cross sul quale Ceppitelli si addormenta in modo fatale permettendo a Bojinov di colpire di testa e trafiggere Lamanna. La punizione per il Bari è severa e i biancorossi non hanno il tempo per imbastire un minimo di reazione: al triplice fischio di Ostinelli il Verona raccoglie più di quanto meritato e batte di misura il Bari grazie alla rete nel finale dell'ex leccese Bojinov. Per i galletti è la prima sconfitta in campionato. Il bicchiere, però, per Torrente si può considerare mezzo pieno: questo Bari sarà difficile da battere per chiunque

LA SVOLTA DEL MATCH - La distrazione difensiva che ha portato al gol decisivo è stata la chiave della gara. Nell'azione gol di Bojinov, infatti, Polenta e Sciaduone si sono schiacciati troppo centralmente permettendo a Cacciatore di crossare senza problemi mentre Ceppitelli, deputato alla marcatura del bulgaro, si è fatto bruciare sul tempo dall'ex attaccante del Lecce. Per il resto del match la retroguardia biancorossa era stata perfetta, salvo poi cadere alla prima disattenzione.

TABELLINO

VERONA(4-3-3) - Rafael, Cacciatore, Moras, Maietta, Martinho; Jorginho, Laner, Hallfredsson(83'Grossi); Gomez Taleb(83'Carrozza), Cacia, Rivas(61'Bojinov). A disposizione: Berardi, Ceccarelli, Bacinovic, Fatic,  Allenatore: Andrea Mandorlini

BARI(4-3-3) - Lamanna; Sabelli, Ceppitelli, Claiton(46'Borghese), Polenta; Bellomo, Romizi, Sciaudone(90'Grandolfo); Iunco, Caputo, Galano(86'Defendi). A disposizione: Pena, Ristovski, Aprile, Rivaldo. Allenatore: Vincenzo Torrente

Arbitro: Ostinelli di Como

Marcatori: 88'Bojinov

Espulsi: Nessuno

Ammoniti: Sabelli(B), Claiton(B), Jorginho(V), Borghese(B), Ceppitelli(B)

LE PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona-Bari 1-0 | Galletti belli e sfortunati: decide l'ex Lecce Bojinov

BariToday è in caricamento