menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rosina: "Col Cesena gara stimolante. In Serie B ci vuole costanza di risultati"

Il trequartista biancorosso ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla trasferta del Manuzzi: "Sono una squadra concreta, dovremo far prevalere la nostra organizzazione di gioco"

Arrivato nel finale di mercato, il fantasista calabrese Alessandro Rosina è diventato uno dei punti fermi del Bari di Davide Nicola. Partito in sordina il trequartista si è rapidamente imposto a suon di assist per i compagni di squadra.

Per chi ne segue le gesta da tempo, tuttavia, Rosinaldo (come lo chiamavano ai tempi del Torino) non è affatto una sorpresa: nonostante un'età non più verdissima, continua ad essere infatti un calciatore di un'altra categoria rispetto alla Serie B.

A due giorni dalla sfida col Cesena, lui che è un ex della partita ha parlato in conferenza stampa.

Domenica pomeriggio c'è il Cesena, indicato dagli addetti ai lavori tra le principali candidate alla promozione. Rosina è passato dal Manuzzi per mezza stagione nel gennaio 2011, quando fu preso in prestito dallo Zenit: “E’ passato un po’ di tempo da quando ho giocato a Cesena -ricorda il fantasista - Sono stati cinque mesi importanti dove raggiungemmo un’importante salvezza in A. Adesso parliamo di altre cose ma sarà ugualmente una gara bellissima".

L'ex Catania non ha dubbi sulla qualità degli avversari, e indica come il Bari può provare a strappare un risultato positivo: "Sarà una sfida resa ancor più affascinante dal fatto che loro hanno subito solo 2 reti in casa e ne hanno fatte 15 dimostrandosi una squadra concreta. Dovremo far valere la nostra organizzazione di gioco così facendo potremo dare continuità ai nostri risultati”.

A Cesena uno degli ostacoli principali potrebbe essere il terreno di gioco sintetico del Manuzzi, al quale i padroni di casa sono maggiormente abituati, ma Rosina memore della sua esperienza passata rassicura i suoi: “Credo che quello di Cesena per caratteristiche e per qualità sia uno fra i migliori sintetici in Italia dove si nota meno la differenza dall’erba naturale”.

Fino ad ora il calabrese è stato principlamente uomo assist e ha trovato la via del gol in una sola occasione. La poca prolificità in attacco, tuttavia, è un problema che attanaglia anche ai suoi colleghi: “Siamo un po’ bruttini - dice il numero 18 - ma vinciamo. Metterei una firma per trovarci nelle prime posizioni continuando a giocare così. Nonostante tutto stiamo lavorando per migliorare anche sotto questo aspetto che, ripeto, non è fondamentale".

Rosina ha ben chiaro cosa ci vuole per far bene nel campionato cadetto: "In questo campionato paga la costanza di risultati dall’inizio alla fine. A marzo poi emergerà la forza delle squadre migliori e sarà importante giocarsi bene le proprie carte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento