Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Bari: presentata la nuova campagna abbonamenti fra mercato e settore giovanile

E' stata presentata in mattinata presso la sala stampa dello stadio San Nicola la campagna abbonamenti del Bari per la prossima stagione. Questo, però, non è stato l'unico argomento toccato dall'amministratore unico Garzelli che ha parlato anche di mercato, settore giovnile e cessione societaria

Mentre la squadra agli ordini di mister Torrente lavora a Borno, a Bari la società biancorossa si muove per aprire ufficialmente la stagione 2011-12 dal punto di vista 'pubblico': in mattinata, infatti, presso la sala stampa dello stadio San Nicola, l'amministratore unico Claudio Garzelli ha tenuto una conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti per la stagione alle porte. Questo, però, non è stato l'unico argomento toccato dal dirigente biancorosso visto che Garzelli ha anche chiarito alcuni punti relativi a sponsor, settore giovanile, mercato e futuro societario.

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI NEL DETTAGLIO - Come anticipato nell'incipit, è stata resa nota la campagna abbonamenti per la stagione 2011-12. Da domani, infatti, le tessere saranno in vendita presso la Servizi Sportivi dello stadio (ingresso 22), presso il Bari Point di via Capruzzi e presso la sede centrale della Banca Popolare di Bari (solo per correntisti). La prima fase della campagna vedrà interessati i 'vecchi' abbonati visto che fino al 1°agosto coloro che vorranno mantenere il posto della passata stagione potranno farlo grazie al diritto di prelazione. Dal giorno dopo, invece, la vendita degli abbonamenti sarà aperta a tutti. Molto variegata la gamma dei prezzi: si va da un massimo di 800 euro per la poltronissima, ai 120 delle curve. Agevolazioni, inoltre, sono previste per gli over 65, le donne e i ragazzi fino ai 14 anni. Una precisazione fondamentale: chi vorrà sottoscrivere l'abbonamento dovrà necessariamente munirsi della Tessera del Tifoso.

LE PAROLE DI GARZELLI - Non solo sulla campagna abbonamenti si è concentrato l'amministratore unico biancorosso Claudio Garzelli nella presentazione odierna. Il dirigente dei galletti, infatti, sollecitato dagli astanti, ha toccato vari temi come settore giovanile, mercato, sponsor e futuro societario. "Questo campionato che andiamo a presentare - ha esordito Garzelli - deve vederci protagonisti. Abbiamo ritenuto giusto nei mesi passati mettere al corrente tutti delle difficoltà economiche e societarie, molto ricorrenti in questo ultimo periodo nel mondo del calcio. Per fortuna grazie al lavoro della famiglia Matarrese e del presidente abbiamo superato queste difficoltà e ci siamo iscritti al campionato senza penalità, seppur in una situazione comunque difficile. Non abbiamo risolto tutti i problemi ma siamo fiduciosi per il futuro perché, pur tenendo d'occhio la sostenibilità societaria, non trascureremo gli obiettivi sportivi. Partiamo come una squadra retrocessa dalla serie A e cercheremo per questo di sfruttare il nostro blasone e l'esperienza accumulata in questi ultimi due anni di militanza in massima serie. Tenevo a fare questo preambolo perché la fiducia e la speranza di fare bene è presente in noi e vorremmo che questo spirito venga portato anche nella campagna abbonamenti. Sappiamo che - ha proseguito Garzelli - perderemo una parte degli abbonati dello scorso anno, fa parte del gioco, ma proveremo a contattarli e a coinvolgerli per renderli partecipi di questa nuova stagione". Garzelli passa poi a parlare degli sponsor, confermando la presenza della Banca Popolare di Bari e di Radionorba: "Seppur non tutto è stato definito in quanto stiamo discutendo per trovare un accordo ufficiale, ci dà molta soddisfazione il fatto di sapere della presenza di questi sponsor al nostro fianco. Questo testimonia la loro volontà di far parte del progetto nonostante le difficoltà passate lo scorso anno. La loro riconferma rappresenta un punto di partenza fondamentale per questa stagione perché ci indica la fiducia che loro ripongono in noi". Garzelli, poi, apre alle domande della stampa e la conferenza assume molteplici sfaccettature,  a partire dal mercato: "Fin qui abbiamo fatto bene anche se la strada è ancora lunga. Abbiamo avuto un buon inizio con le cessioni che ci hanno permesso di rimanere ancorati ad un equilibrio più o meno solido ma è chiaro che la società paga ancora lo scotto degli eventi passati".

Si passa poi al tormentone relativo alla cessione societaria: "Tra i miei compiti - dice Garzelli - c'è anche quello di trovare nuovi partner o acquirenti. In questo momento magari qualcuno è alla finestra o queste finestre hanno solo qualche fessura aperta perché attualmente non c'è nessuno che pare interessato". Una battuta conclusiva anche sul settore giovanile: pur non parlandone esplicitamente, Garzelli indica un vero e proprio giro di vite per il vivaio biancorosso parlando di un responsabile unico per l'intero settore: "Ritengo che, relativamente al settore giovanile, devono essere aboliti i compartimenti stagni che, a mio avviso, pongono un freno allo sviluppo di una società di calcio. Il responsabile deve esserlo sia per la prima squadra che per le giovanili ed è per questo motivo che il direttore sportivo Angelozzi è al lavoro per completare tutte le rose e gli organici".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari: presentata la nuova campagna abbonamenti fra mercato e settore giovanile

BariToday è in caricamento