Sport

Playoff Serie C, Auteri alla vigilia di Bari-Foggia: "Vogliamo il passaggio del turno"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato alla vigilia del derby contro i Satanelli, valevole per il secondo turno dei playoff del girone. In palio l'accesso alla fase nazionale

Gaetano Auteri

Il Bari è pronto ad iniziare il suo cammino nei playoff di Serie C entrando in gioco dal secondo turno della fase playoff del girone, nel derby in casa contro il Foggia.

Domani pomeriggio alle 17:45 (in diretta tv su Raisport), i biancorossi proveranno ad avanzare alla fase nazionale del mini-torneo che mette in palio l'ultima promozione in Serie B, con due risultati su tre a disposizione in virtù della miglior classifica. Per i Galletti, protagonisti di una stagione regolare nettamente al di sotto delle aspettative, è un momento decisivo ma Gaetano Auteri nella consueta conferenza della vigilia assicura: "Il Bari è prontissimo. Abbiamo fatto un buon lavoro in questi giorni e sono soddisfatto".

Il tecnico siciliano esclude che i suoi possano cullarsi dei due risultati su tre: "Dobbiamo tenere poco conto della gestione della gara, queste sono partite secche che oltre all'aspetto fisico contemplano un aspetto emotivo. Il confronto deve essere nostro. Abbiamo fatto un buon lavoro, il gruppo è cresciuto. Il fatto che sia un derby è importante ma è più importante che è una partita dei playoff e vogliamo andare avanti. Sono fiducioso, ci sono motivazioni e lo spirito giusto".

Il Foggia per sperare di passare ha un solo risultato a disposizione e in un certo senso potrebbe avvertire meno la pressione rispetto al Bari: "Non credo che loro siano così spensierati. Se per spensieratezza si intende non essere appagati dagli obiettivi raggiunti, è un conto. Noi non gestiremo la gara, sarebbe difficile cambiare atteggiamento in corsa. Il gruppo è cresciuto in questi 20 giorni, al di là dei due risultati sappiamo che dobbiamo battere il Foggia. I tifosi ci tengono, anche noi ci teniamo, soprattutto perché è una gara da dentro o fuori e noi vogliamo rimanere in gioco. Metteremo in campo tutto".

Dei rossoneri fa paura soprattutto la velocità, specialmente al cospetto di un reparto difensivo di calciatori strutturati come quelli biancorossi:  "Abbiamo analizzato pregi e difetti, compreso l'ultima gara. In alcune situazioni possono essere pericolosi, dovremo essere equilibrati. Sarà un aspetto importante della gara, non dovremo mai concedere, essere giudiziosi e posizionati bene. Ci saranno più partite in una tatticamente ma non dobbiamo pensarci, disperderemmo energie mentali. Ci concentreremo sulla gara".

Il mister biancorosso ha poi fatto il punto sulle condizioni fisiche della squadra: "Andreoni anche se in questa stagione ha lavorato a intermittenza, per le qualità atletiche che possiede è un calciatore di un altro livello. I suoi parametri fisici sono importanti, ora sta bene. Sarzi si allena con continuità da due settimane, può giocare. Per Cianci ci sarà un impiego parziale".

L'alllenatore di Floridia ha dato un giudizio sui venti giorni di lavoro trascorsi con la squadra: "Abbiamo ripreso dei concetti che avevamo iniziato. La cosa fondamentale è tenere bene a mente i movimenti di squadra, l'ordine difensivo, la capacità di proporsi. In queste due settimane ho visto tante buone cose. La motivazione deve essere alta e noi l'abbiamo. A volte bisogna essere bravi a gestire alcune tensioni, ma sono cose che riguardano anche gli altri. La squadra è cresciuta rispetto al derby perso da me col Foggia siamo un'altra squadra. Cercheremo di imporci".

L'ultima volta che Bari e Foggia si sono incontrate al San Nicola sono stati i Galletti a trionfare grazie ad un acuto di Cianci, per Auteri (che non era in panchina poiché al suo posto c'era Carrera) quel match va archiviato perché appartiene ad un altro momento della stagione: "Quella partita non l'abbiamo rivista, domani è un'altra gara. Il Foggia è cresciuto, è pericoloso, va affrontato come si deve. Dobbiamo passare il turno, è una partita secca e noi siamo pronti".

In molti sostengono che il rinvio di una settimana possa aver annullato il vantaggio del Bari di entrare in gioco un turno più tardi rispetto al Foggia, ma Auteri smentisce: "La settimana di pausa? Non sono questi aspetti che determinano i risultati delle gare, è la legittimazione sul campo che conta". E sulla pressione intorno al suo gruppo: "C'è intorno a tutto ciò che circonda la gara. Bari si esalta per la sua squadra di calcio. La pressione c'è ma questo è il nostro lavoro. C'è chi è più abituato a questi esami e chi meno, ma è importante pensare alla prestazione in campo e a dare sfogo a tutto in campo".

Ad Auteri, infine, è stato chiesto se abbia avuto modo di incontrare i tifosi e se qualcuno gli abbia dato la carica in vista dei playoff: "Fra campo di allenamento e residenza mi sono mosso poco. Mi è capitato salutariamente di andare in centro, l'ultima volta per una visita medica. Pur andando in giro con la mascherina tanta gente mi ha riconosciuto e salutato, questo dimostra ancora una volta che rappresentiamo una grande piazza. Tra le prime cinque per importanza, spessore e potenzialità. Domani comincia un mini-torneo, noi vogliamo rimanere in gioco e in ogni gara daremo il massimo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playoff Serie C, Auteri alla vigilia di Bari-Foggia: "Vogliamo il passaggio del turno"

BariToday è in caricamento