Sport

Bari a Ferrara per la Coppa Italia contro la Spal, Auteri: "Farò giocare chi è più fresco"

L'allenatore dei biancorossi ha rilasciato alcune dichiarazioni alla vigilia dell'impegno che vedrà i galletti sul campo dei ferraresi per il secondo turno di Coppa Italia

Gaetano Auteri, allenatore del Bari

Dopo l'esordio vittorioso seppur sofferto in campionato nel derby contro la Virtus Francavilla, il Bari è atteso da un altro impegno a distanza di tre giorni: mercoledì sera, infatti, i galletti saranno a Ferrara per affrontare la Spal nella sfida del secondo turno di Coppa Italia.

Alla vigilia della sfida con gli estensi, direttamente dal treno che sta portando la squadra a Ferrara, il tecnico dei biancorossi Gaetano Auteri ha introdotto così la partita della coppa nazionale, trofeo che per ovvie ragioni non può essere ritenuto alla portata del Bari: “Di sicuro sarebbe stato meglio fare una settimana normale di lavoro ma c’è questo impegno e lo onoreremo nel migliore dei modi cercando di alternare tutti. Farò giocare chi è più fresco, ce ne sono parecchi da cui mi aspetto riscontri importanti. In questi giorni abbiamo continuato a lavorare, ci sarà alternanza tra chi ha giocato e chi deve riposare, troveremo i giusti equilibri, la giusta miscela".

Nonostante la Coppa Italia non rappresenti una priorità, c'è ugualmente voglia di far bene e approfittarne per collaudare alcuni meccanismi: "Parliamo pur sempre di un impegno ufficiale, importante, di prestigio. Ce la giocheremo con intelligenza, e tenendo conto degli impegni che abbiamo. Siamo alla seconda partita in poco meno di nove giorni, ce ne sarà un’altra domenica e poi ci saranno turni infrasettimanali. Bisogna tenere conto di tutto, lo faremo, senza per questo alterare i nostri valori".

Per concludere, il mister ha fatto il punto sulle condizioni fisiche della squadra e sugli ultimi sviluppi di mercato (in arrivo Lollo e Semenzato da Venezia e Pordenone, in Friuli andranno Berra e Scavone ndr): “A livello fisico i ragazzi che sono con noi dall’inizio stanno bene, poi c'è chi è arrivato un po’ più tardi come Candellone, Marras, D'Orazio, e lo stesso Simeri (che veniva dall'infortunio ndr) che è un po’ indietro. Ci vuole tempo ma recupereranno una condizione ottimale. Dobbiamo sempre pensare da squadra. Il mio dovere è alternare e capire chi sta meglio di volta in volta per mettere in campo un Bari che sia semrpe competitivo. Abbiamo già parlato di mercato, di qualcosina abbiamo bisogno anche perché qualcuno è andato via. Poi basta, ciò che conta è il campo, ci dobbiamo concentrare esclusivamente su quello”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari a Ferrara per la Coppa Italia contro la Spal, Auteri: "Farò giocare chi è più fresco"

BariToday è in caricamento